Hamilton, scampato pericolo: “Che sollievo, pensavo di essere indietro”

Lewis Hamilton lotta fino al traguardo, ma riesce a respingere gli assalti di Max Verstappen e vincere il Gran Premio del Bahrain di F1

La Red Bull di Max Verstappen in lotta con la Mercedes di Lewis Hamilton al Gran Premio del Bahrain di F1 2021 a Sakhir
La Red Bull di Max Verstappen in lotta con la Mercedes di Lewis Hamilton al Gran Premio del Bahrain di F1 2021 a Sakhir (Foto Bryn Lennon/Getty Images/Red Bull)

Vince sempre lui, Lewis Hamilton. Ma stavolta, per riuscirci, ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie, una per ogni titolo mondiale che ha in bacheca (almeno finora).

Scordatevi la solita Mercedes monopolista. Il Gran Premio del Bahrain, che ha dato il via alla stagione 2021 di Formula 1, si è chiuso con la Freccia nera davanti a tutti, è vero. Ma, per riuscirci, il campione in carica ha dovuto lottare con le unghie e con i denti fino all’ultimo metro. “Che gara!”, esulta Hamilton dopo la bandiera a scacchi. “Fin dall’inizio sapevamo che sarebbe stata dura. Max è stato fantastico nel corso di tutto il weekend e per batterlo ho dovuto fare qualcosa di speciale”.

Duello al fulmicotone con Max Verstappen

L’anglo-caraibico si è trovato costretto a inseguire il poleman Max Verstappen nella prima frazione di gara, per poi riuscire a sopravanzarlo ai box grazie ad una perfetta chiamata strategica del suo team. “Pensavamo di avere dai sei agli otto decimi di ritardo dopo i test, ma abbiamo fatto un lavoro spettacolare”, ammette. “Sono molto fiero e grato a tutti i ragazzi che non hanno mollato mai, sia in fabbrica che in pista. Il tempismo è tutto: oggi lo abbiamo avuto, ma dovremo fare ancora di più”.

Ma non era ancora finita. A soli quattro giri dalla fine, un’uscita di pista alla curva 10 ha fatto perdere quasi tutto il vantaggio a Hamilton, che nella tornata successiva è stato superato da Verstappen. Ma l’olandese, nella manovra alla curva 4, è finito anche lui fuori dal circuito, e per evitare una penalità è stato costretto a restituire la posizione a Lewis, che l’ha mantenuta fino al traguardo. “Ho cercato di mantenere il giusto equilibrio: da un lato dovevo spingere, dall’altro amministrare le gomme per il finale di gara”, racconta il sette volte iridato. “Alla fine sono riuscito a giocarmela con Max e a tenerlo dietro per un soffio. È stata una delle gare più difficili che io ricordi da molto tempo a questa parte”.

Grande gioia di Lewis Hamilton

Un grande spettacolo per i tifosi, che anche se in numero limitato (e tutti vaccinati) hanno fatto la loro riapparizione sugli spalti dell’autodromo di Sakhir: “È bellissimo rivedere il pubblico sulle tribune per la prima volta”, gongola il portacolori della Mercedes. “Sono molto fiero di quanto abbia fatto la Formula 1 per partire con un calendario normale”. Ma anche una gioia enorme per lui, il diretto interessato, che forse gli ha fatto tornare quella voglia di correre che sembrava avere messo in discussione, tanto da meditare il ritiro. “Una bella sfida, adoro il mio lavoro”, sorride infatti a fine corsa.

La ciliegina sulla torta sono gli ennesimi record battuti da Hamilton: la vittoria numero 96, il maggior numero di giri condotti al comando rispetto a tutti gli altri piloti della storia. E anche la fine della maledizione della prima gara, che non vinceva da cinque anni a questa parte. “Non ci avevo pensato, ma è un grande sollievo”, chiosa lui. E non è difficile credergli.

LEGGI ANCHE —> Verstappen furioso: “Mi hanno detto di far passare Hamilton, non volevo”

Lewis Hamilton sul gradino più alto del podio del Gran Premio del Bahrain di F1 2021 a Sakhir
Lewis Hamilton sul gradino più alto del podio del Gran Premio del Bahrain di F1 2021 a Sakhir (Foto Bryn Lennon/Getty Images)