MotoGP, Morbidelli: “Vinales e Quartararo 2-3 decimi più veloci”

Morbidelli non vede l’ora di correre nel primo appuntamento MotoGP del 2021 in Qatar. Il pilota Petronas Yamaha SRT ha gradi motivazioni.

Franco Morbidelli
Franco Morbidelli (Getty Images)

Franco Morbidelli è stato vice-campione del mondo MotoGP nel 2020 e quest’anno punta a confermarsi tra i top rider della categoria. Tanti avversari da battere, ma la scorsa stagione può essere stata quella della svolta.

Il pilota romano veniva da un 2019 in cui era stato battuto abbastanza nettamente dal rookie Fabio Quartararo e nel 2020 è riuscito a essere il miglior rider Yamaha pur guidando una M1 dell’anno precedente con qualche aggiornamento. Battuti sia il francese che gli altri colleghi di marca Maverick Vinales e Valentino Rossi. Ovviamente punta a ripetersi.

LEGGI ANCHE -> Joan Mir: “Sono sorpreso di non vedere Marquez qui in Qatar”

MotoGP, Morbidelli pronto per il GP del Qatar

Morbidelli a Sky Sport MotoGP si è detto carico per l’inizio di questa nuova stagione, che parte da domani con le Prove Libere a Losail: «Mi sento molto bene, sono contento di come ho lavorato in inverno e di come è andato in generale l’inverno. Sono soddisfatto del feeling con la moto e mi sento carico. La pressione è stimolante».

Il vice-campione del mondo 2020 ritiene che ci siano più piloti a potersi giocare vittoria e podio nella gara in Qatar: «C’è un bel gruppone. Ci sono sette-otto piloti che hanno il passo simile. Comunque sembra che Quartararo e Vinales siano andati particolarmente forti in dei momenti della serata importanti, quelli che troveremo in Qualifiche e Gara. Secondo me sono stati bravi, bisognerà capire cosa fare per migliorare e trovare i due-tre decimi che mancano».

Inevitabile parlare di Rossi, suo grande amico e nuovo compagno di squadra nel team Petronas SRT: «Non è cambiato tanto ora che siamo compagni di squadra. Dopo i test invernali spesso condivido le mie paranoie e i miei problemi con Vale. In un certo senso mi fa da psicologo dopo i test».