Superbike, Aruba Ducati svela le V4R di Redding e Rinaldi (FOTO e VIDEO)

Oggi è avvenuta la presentazione del team Aruba Racing Ducati per il campionato mondiale Superbike 2021. Redding e Rinaldi molto carichi.

Scott Redding Michael Rinaldi
Scott Redding e Michael Ruben Rinaldi (foto Ducati)

Ducati vuole tornare a vincere il titolo sia in MotoGP che in Superbike. A Borgo Panigale hanno investito tanto e lavorato intensamente per questi obiettivi e nel 2021 la speranza è di raggiungerli.

Oggi c’è stata la presentazione del team Aruba Racing Ducati, che quest’anno andrà all’assalto del Mondiale SBK con il confermato Scott Redding e il neo-arrivato Michael Ruben Rinaldi. La V4 R è una moto vincente e ci sono gli ingredienti per una grande stagione.

LEGGI ANCHE —> Superbike, Folger debutta sulla BMW M 1000 RR: “Grande potenziale”

SBK 2021: presentazione team Aruba Racing Ducati

Stefano Cecconi, patron di Aruba, è molto carico per il campionato mondiale Superbike 2021: «Vogliamo fare l’ultimo step che ci manca. Con Michael percorso lungo partito dalla Superstock, dove abbiamo vinto il titolo. L’anno scorso ha fatto bene con una squadra privata e potrà fare meglio nel 2021. Scott ha sorpreso da debuttante, ci aspettiamo possa fare il salto di qualità ora».

Anche l’amministratore delegato Ducati Claudio Domenicali ha grandi aspettative: «Ducati destinata a essere sotto i riflettori. La nostra V4 R è la più vicina a quelle delle competizioni e rappresenta la filosofia della merca. Sviluppiamo tecnologie che poi possono essere disponibili agli appassionati. Con Aruba partnership forte che ci ha portato grandi soddisfazioni. Scott e Michael piloti straordinari, abbiamo grandi aspettative».

Non mancano le parole del direttore generale Luigi Dall’Igna: «Soddisfatto nel vedere due moto competere per le posizioni di vertice nello scorso Mondiale. Speriamo di essere ancora più competitivi quest’anno. Serve fiducia, insieme faremo dei risultati meravigliosi».

Paolo Ciabatti, direttore sportivo Ducati, pensa che il 2021 possa essere l’anno del ritorno al trionfo in WorldSBK: «Siamo sempre stati competitivi in Superbike e spesso siamo usati come termini di paragone. Nel 2021 Ducati è forte sia a livello di team ufficiale che satelliti, possiamo fare un grande campionato. Può essere l’anno giusto».

A dirigere la squadra ci sarà ancora Serafino Foti, ex pilota e da anni team manager Aruba Racing Ducati, molto motivato a sua volte per questo Mondiale: «Anche se è stato un 2020 complicato, tutto il team ha fatto un lavoro straordinario. Ringrazio tutti i ragazzi. Non molliamo mai, ci crediamo sempre e insieme possiamo raggiungere grandi traguardi».

Non potevano mancare le parole di Scott Redding, vice-campione del mondo SBK 2020 e determinato a battere Jonathan Rea quest’anno: «Spero che nel 2021 faremo un altro step. L’anno scorso dovevo imparare tante cose che adesso invece conosco. Partirò al livello degli altri per lottare per vincere. Sono affamato di vincere il titolo. Ringrazio la squadra per l’impegno e anche i tifosi per il supporto, darò il massimo».

Ad affiancare Redding non ci sarà più Chaz Davies, ma Michael Ruben Rinaldi, determinato a dimostrare di meritare il posto: «Il 2020 anno positivo con la prima vittoria. Ora gli obiettivi si alzano e mi impegnerò al massimo. Tornare qui è come tornare a casa, è un onore esserci e ora puntiamo in alto. Nel team ufficiale avrò il giusto supporto tecnico per raggiungere ottimi risultati. Cercheremo di divertirci e prenderci delle belle soddisfazioni. Ai tifosi chiedo di supportarci, saranno importanti».