Zarco rifiuta il vaccino, il motivo non è la paura di effetti collaterali

Zarco ha deciso per il momento di non prendere il vaccino. Il motivo di questo rifiuto però non è legato a possibili effetti collaterali.

Zarco (Getty Images)
Zarco (Getty Images)

Il Qatar ha messo a disposizione dei piloti della MotoGP il vaccino contro il coronavirus, così da permettere a tutti i rider di poterlo fare. La Dorna da par suo però ha lasciato massima discrezionalità agli atleti che hanno potuto scegliere liberamente se riceverlo o meno.

Tra i piloti che hanno rifiutato il vaccino c’è Zarco che, come riportato da “Tuttosport”, durante la presentazione in videoconferenza del Gran Premio di Francia ha così spiegato: “Non ho paura degli effetti collaterali perché non ci sono, ma preferisco aspettare. Facciamo tutti i test PCR per entrare nel paddock e quindi non è obbligatorio il vaccino. Questo quindi mi permette di essere paziente”.

Zarco: “Ho scelto di restare in hotel”

Il rider francese ha poi proseguito: “Sono rimasto in Qatar così ho evitato di prendere nuovi aerei e quindi di  spostarmi negli aeroporti. Non volevo fare tutti quei controlli a causa del Covid-19, ci sono troppe scartoffie. Ho scelto di restare nell’hotel. Qui ci sono altri ospiti ma siamo nella bolla. Abbiamo accesso alla piscina e abbiamo anche la palestra. In alcuni giorni sono anche andato al circuito a correre”.

Per quanto riguarda la stagione che è alle porte, il rider francese è determinato a fare un campionato importante. Zarco, infatti, punta in futuro a sfilare a Miller o Bagnaia la sella della Ducati ufficiale. Un’impresa non certo semplice. L’ex KTM però ha già dimostrato nel 2020 di poter fare buone cose con la moto di Borgo Panigale e quest’anno sfrutterà l’esperienza accumulata per fare ancora meglio.

Antonio Russo