MotoGP, Quartararo: “Abbiamo bisogno di gente come Crutchlow”

Cal Crutchlow ha iniziato la sua nuova esperienza di collaudatore con Yamaha. Fabio Quartararo felice della sua presenza ai box.

cal crutchlow
Cal Crutchlow (foto Twitter)

Nei test precampionato MotoGP di Losail Cal Crutchlow ha guidato una Yamaha M1 a distanza di sette anni dai tempi in cui militava in Tech3. Ha iniziato la sua nuova esperienza da collaudatore con la casa di Iwata, girato dal primo giorno di shakedown insieme ai tester giapponesi Katsuyuki Nakasuga e Kohta Nozane, ha raccolto importanti informazioni per lo sviluppo della M1.

Dopo aver familiarizzato con il prototipo Yamaha e preso le misure alla moto 2020, il britannico ha intrapreso un cammino importante per il marchio dei diapason, che punta a migliorare specifiche aree della YZR-M1, specie il motore, dove si lavorerà in ottica 2022. C’è soddisfazione nei box Yamaha per il suo arrivo: “Ho parlato con lui ogni tanto”, rivela Fabio Quartararo che da quest’anno è passato al team factory ed ha maggior voce in capitolo sull’evoluzione del prototipo. “Tutti sanno che è un ragazzo intelligente e onesto. Penso che sia un ottimo punto. Perché se la moto è cattiva, lo dirà anche lui, proprio come se la moto fosse buona. Abbiamo bisogno di qualcuno del genere come collaudatore”.

Cal Crutchlow potrebbe portare notizie importanti da casa Honda, da una RC-V che ha stradominato con Marc Marquez dal 2013 adl 2019. Il nuovo test team con Crutchlow come punta di diamante è sotto la direzione di Silvano Galbusera, ex capo squadra di Valentino Rossi, verrà utilizzato più intensamente nei prossimi mesi come parte dei test privati ​ al fine di elaborare i dati per alleviare il lavoro dei piloti ufficiali. “E’ anche veloce. Non è stato sulla Yamaha da molto tempo e non ha fatto molti giri nel primo test. Ora ha provato a fare più chilometri – ha concluso Fabio Quartararo -. Sono davvero contento che Cal faccia parte della Yamaha”.

Cal Crutchlow
Cal Crutchlow