Quartararo spiega il tracollo del 2020: “Non riuscivo ad accettarlo”

Fabio Quartararo ha raccontato nel dettaglio quello che è accaduto durante la passata stagione quando si è ritrovato ad arrancare.

Fabio Quartararo (Getty Images)
Fabio Quartararo (Getty Images)

Fabio Quartararo ha vissuto un 2020 decisamente particolare. Il francese dopo l’infortunio di Marquez sembrava il suo erede designato per diventare il nuovo campione del mondo della MotoGP, ma le cose sono andate diversamente. Dopo un inizio folgorante con due vittorie, infatti, il pilota transalpino si è ritrovato a scivolare lentamente nelle retrovie.

Alla fine Quartararo ha chiuso il proprio campionato lontano da Mir. Il francese però in questo 2021 ha grandi ambizioni visto che è passato al team factory e lì dovrà per forza di cose provare a giocarsi il Mondiale sino all’ultima curva.

Quartararo: “Ho commesso degli errori”

Come riportato da “The big read”, il rider della Yamaha ha così raccontato della passata stagione: “Ad inizio stagione la moto era perfetta. Poco a poco però abbiamo riscontrato dei problemi che hanno interrotto il rendimento mio e della moto. Secondo me avrei potuto fare meglio, ma non mi è stato possibile. Mentalmente non potevo controllare la situazione, non riuscivo ad accettare che non fossi competitivo”.

Il francese ha poi proseguito: “Mi sono convinto che non avessi la moto per vincere e questo mi ha abbattuto mentalmente. Ho commesso degli errori, ma ho dovuto farli per imparare. Ora so che devo accettare che anche se sono qui per vincere, qualche volta non posso farlo”.

Infine Quartararo ha così concluso: “Per me, Valentino e Maverick è complicato, soprattutto se penso alle sensazioni che avevo con la moto 2019. Nel 2020 ho sofferto la pioggia. Per carità non è mai stato il mio punto forte, ma l’anno scorso quando pioveva soffrivamo tutti gli Yamaha, questo significa che qualcosa non va”.

Antonio Russo