Il papà di Jorge Lorenzo lancia Valentino Rossi: “Sarà ancora competitivo”

Chicho Lorenzo, padre di Jorge, confida nelle possibilità di Valentino Rossi di far bene anche con il suo nuovo team Petronas

Valentino Rossi
Valentino Rossi (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Valentino Rossi non è ancora bollito, anzi, può vincere anche a 42 anni suonati. Queste parole fanno notizia soprattutto perché a pronunciarle è Chicho Lorenzo, padre di colui che è stato uno dei più grandi rivali storici del Dottore, Jorge Lorenzo. Nel suo consueto video settimanale pubblicato sul proprio canale di YouTube intitolato Motogepeando, Lorenzo senior ha tracciato una disamina della stagione che attende il fenomeno di Tavullia, segnata dal passaggio alla Petronas.

“Dopo tanti anni in cui è stato il capo, in cui aveva tantissimo potere, il passaggio ad una squadra satellite avrà una sua influenza”, spiega Chicho. “Non dovrà cambiare solo la moto, il box e l’hospitality. È molto simbolico anche il fatto che il suo ruolo sia stato preso da Maverick”.

Chicho Lorenzo crede in Valentino Rossi e Morbidelli

Ma i nuovi colori non dovrebbero rallentare la corsa del nove volte iridato: “Valentino Rossi ha la possibilità di scegliere. Continuerà ad essere competitivo finché non subirà un tremendo declino fisico, il che prima o poi accadrà. Ma finché avrà la volontà e la motivazione potrà cogliere quelle opportunità che si presentano sempre in gara”.

Grande ottimismo Chicho Lorenzo lo esprime anche nei confronti del neo compagno di squadra del numero 46, il suo allievo Franco Morbidelli. Per l’italo-brasiliano, il padre di Jorge esprime parole di grande elogio, sottolineando solo la sua necessità di migliorare la costanza di rendimento. “L’anno scorso è stato fantastico: era il brutto anatroccolo tra i quattro piloti ed è arrivato secondo nel Mondiale con tre vittorie”, sostiene. “Deve solo trovare il modo per essere più regolare, avere Valentino Rossi in squadra sarà positivo”.

Poche speranze per la Yamaha

Meno fiducia Lorenzo sembra riporla invece nei due piloti ufficiali della Yamaha, Maverick Vinales e Fabio Quartararo. Sullo spagnolo afferma lapidariamente: “Dice sempre di essere molto bravo, motivato. Forse qualcuno gli dovrà dire di tenere i piedi per terra”. Quanto al francese, addirittura: “Mi sembra che gli servirà un miracolo. Dice di lavorare con uno psicologo: quando si parla di argomenti del genere è perché gli si dà importanza, si sa che questo è il proprio problema. Ma è difficile trovare chi ti possa capire, dovrebbe essere un pilota che ha vissuto problemi psicologici e li ha studiati”.

Insomma, le aspettative di Chicho Lorenzo per la Yamaha sono piuttosto nere: “Li vedo messi male, vivranno più sui fallimenti degli altri che sui loro successi. Finché non ci sarà un ricambio all’interno della squadra, finché alcuni elementi non si faranno da parte e non assumeranno del personale nuovo, andrà avanti così”.

LEGGI ANCHE —> Petronas anticipa il lancio: il primo VIDEO di Valentino Rossi con la tuta

Valentino Rossi
Valentino Rossi (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)