Marquez: “Torno solo quando potrò cadere di nuovo”

Marc Marquez vuole tornare in pista quanto prima, ma vuole farlo solo quando sarà tornato al 100% della forma.

Marc Marquez (Twitter)
Marc Marquez (Twitter)

Marc Marquez ha vissuto un bruttissimo 2020. Il pilota spagnolo, infatti, dopo aver rimediato un infortunio durante la prima gara di Jerez ha provato il recupero lampo per la settimana successiva, ma questo non ha fatto altro che pregiudicare il tutto.

Alla fine lo spagnolo si è dovuto sottoporre in totale a ben 3 operazione nell’arco della passata annata. Memore di tutto ciò quindi Marquez ora vuole provare a recuperare lentamente dall’infortunio così da essere nuovamente al top della forma quando ritornerà.

Marquez: “A metà marzo un nuovo controllo”

A margine della presentazione di oggi della squadra, Marc Marquez si è intrattenuto con la stampa e ha così dichiarato: “Quello che posso dire è che sicuramente non ci sarò ai test in Qatar. Si è parlato tanto di me e vi posso assicurare che il nervo radiale non ha subito danni. Vi posso dire però che dopo la seconda operazione qualcosa non è andato. Ho avuto un recupero lento e alla fine si è scoperto che avevo una pseudoartrosi con infezione all’osso”.

Lo spagnolo ha poi proseguito: “L’infezione dagli esami non si vedeva e questo ha comportato che l’osso non riuscisse a consolidarsi. Non potevamo inserire il chiodo perché la mia spalla aveva già subito un altro intervento e il tendine non era a posto. Non voglio forzare, stiamo lavorando insieme al fisioterapista. Ci vorrà ancora un po’ di tempo”.

Infine Marquez ha così concluso: “A metà marzo ci sarà un nuovo controllo e vogliamo capire se l’osso si è consolidato. Voglio procedere a piccoli step. Ho chiesto ai medici di darmi l’ok a tornare solo quando il braccio sarà pronto per un’altra caduta. Non posso tornare con l’idea di non poter cadere. Devo tornare per essere quello di sempre. Questo periodo mi ha fatto capire che le gare sono tante e il mio corpo è uno solo”.

Antonio Russo