Decurtazione punti patente: ecco il primo modulo online

Dal Comune di Verona parte il nuovo progetto smart per la decurtazione dei punti: gli automobilisti sanzionati compileranno il modulo online.

Patente di guida
Patente di guida (foto dal web)

Parte dalla città di Verona l’abolizione dei moduli cartacei e dei mesi di attesa per l’aggiornamento dei punti della patente di guida di chi commette un’infrazione al Codice della Strada. Come rende noto l’Associazione Sostenitori e Amici Polizia Stradale (ASAPS) la prima procedura nazionale interamente telematica è operativa da lunedì 22 febbraio sul sito patenteapunti.comune.verona.it.

Gli automobilisti che avranno commesso un’infrazione, come ad esempio il superamento del limite di velocità o l’uso del telefonino alla guida, riceveranno il verbale con la decurtazione punti della patente, ma non dovranno più compilare a mano il modulo per segnalare chi fosse al volante del veicolo. Basterà collegarsi al suddetto sito realizzato dal Comune di Verona, accedere tramite Spid o utilizzando i dati presenti sul verbale, e compilare i campi richiesti.

Abolito il modulo cartaceo

Trattasi del primo esempio in Italia e che prossimamente verrà seguito anche in altre città del Bel Paese. La procedura verrà eseguita semplicemente online così da velocizzare i tempi e snellire gli ingranaggi burocratici. Ad oggi quando gli agenti della Polizia ricevevano il modulo dell’automobilista sanzionato con i propri dati dovevano inserire i dati e poi inviare il tutto alla banca-dati della Motorizzazione Civile. Con il nuovo portale che debutta nel Comune di Verona basta compilare il modulo elettronico e l’operatore della Polizia locale dovrà solo cliccare sul tasto invio per spedire alla Motorizzazione.

Sarà il sistema Giano, collegato a tutte le banche dati compresi Anagrafe e Pubblico Registro Automobilistico, a verificare l’esattezza dei dati inseriti nell’auto dichiarazione. Come spiegato dal primo cittadino Federico Sboarina è un “nuovo servizio smart che va ad aggiungersi alle numerose azioni intraprese negli ultimi anni per sburocratizzare e digitalizzare le procedure amministrative”. Un sistema informatico all’avanguardia che non solo velocizza le procedure ma consentirà “anche di scovare immediatamente chi rilascia false autocertificazioni”.

Patente di guida