Il boss Alfa Romeo rivela: “La Ferrari ci invierà dei tecnici”

Per evitare il licenziamento del personale la Ferrari sta ricollocando i suoi tecnici nei team clienti. Alfa Romeo ne avrà tre.

(©Alfa Romeo Twitter)

Il responsabile della scuderia del Biscione lo ha detto subito in sede di presentazione. Le attese per il 2021 sono alte anche se la macchina per forza di cose non potrà essere tanto diversa da quella del 2020. L’obiettivo è migliorare l’ottava posizione dello scorso campionato e terminare più frequentemente in zona punti. Un target realizzabile, questo, se anche la power unit avrà fatto un passo avanti. Spesso infatti la mancanza di risultati dello scorso anno è stata l’esito di un motore poco competitivo.

“La C41 condivide la stessa filosofia della vettura precedente, ma come sappiamo è stata lasciata libertà di sviluppo sul fronte aerodinamico. Così siamo tornati in galleria del vento per ottimizzare il possibile”, ha spiegato Frederic Vasseur sottolineando comunque che a differenza della passata campagna quando il team aveva portato aggiornamenti fino ad Istanbul, questa volta si interromperanno molto presto.  “Tra un anno ci sarà un cambio totale della filosofia delle monoposto, per cui ci sposteremo sul  progetto 2022 in tempi abbastanza brevi”.

Il simulatore nuovo e la collaborazione con Maranello

Aiutata da un “ragno” più moderno l’equipe con base ad Hinwil conta di poter progredire soprattutto nel futuro. Per il momento  il primo step da affrontare è quello che riguarda la partnership con il Cavallino.

“Abbiamo avuto diversi incontri durante l’inverno per valutare insieme alcuni aspetti che non sono andati secondo le aspettative”, ha rivelato il transalpino. “Siamo sulla strada giusta e sul fronte delle relazioni siamo in costante miglioramento”.

Come la Haas anche l’Alfa Romeo è si è trasformata in una sorta di ancora di salvezza per la Rossa che, nella morsa del budget cap avrebbe dovuto licenziare diversi lavorati, che invece verranno integrati delle scuderie clienti. “Credo ci manderanno tre persone”, ha ammesso il 52enne. “Ciò che conta è poterci dare una mano a vicenda”.

(Alfa Romeo Twitter)

Chiara Rainis