Superbike, Tito Rabat: “Non mi interessa correre gratis”

Tito Rabat completamente concentrato sul Mondiale Superbike 2021, la MotoGP è un lontano ricordo e pensa solo alla nuova esperienza.

Tito Rabat Superbike
Tito Rabat (Getty Images)

L’esperienza in MotoGP non è andata come sperava, ma Tito Rabat vuole assolutamente rilanciarsi in MotoGP. Correrà con una Ducati Panigale V4 R, un mezzo con grande potenziale.

Ha firmato con con il Barni Racing Team, squadra italiana diretta da Marco Barnabò che a sua volta ha desiderio di riscatto dopo due stagioni negative. Per il 2021 c’è fiducia di riuscire a conseguire buoni risultati, con tanto di podi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Fabio Quartararo: “Marc Marquez ti spinge a migliorare”

SBK 2021: Tito Rabat molto motivato per il Mondiale

Rabat in un’intervista concessa a El Periodico ha detto che non è preoccupato dal fatto di non avere uno stipendio fisso correndo col Barni Racing Team: «Non mi interessa se non farò soldi con il mio contratto. È vero che corro gratis, ma almeno non devo metterci soldi. Credo in me stesso e quindi penso che riuscirò a guadagnare grazie ai premi, anche se non sarà facile».

Il pilota spagnolo è completamente concentrato su questo campionato mondiale Superbike 2021: «Non penso al passato – afferma – perché non ne vale la pena. Sono felice, a 31 anni mi sento un bambino. Continuo a spingere, a fare il ragazzo. Adoro allenarmi, lavorare in palestra, vivere la mia professione con passione ed entusiasmo».

Non vive male il fatto di essere ‘retrocesso’ dalla MotoGP alla SBK, è convinto che potrà togliersi delle soddisfazioni: «Ho raggiunto l’obiettivo di riuscire a godermi quello faccio, la mia passione. Continuerò in un grande Mondiale, gareggerò ad alto livello e proverò a mettere in pista tutto il lavoro che faccio. Ducati è una grande moto, ma vincere in Superbike non è facile».

Tito Rabat Superbike
Tito Rabat (foto WorldSBK.com)