Marquez torna sull’infortunio: “Pensavo solo che avrei fatto 0 punti in gara”

Marc Marquez è tornato a parlare del terribile infortunio che lo ha messo fuori uso per tutto il campionato 2020.

Marc Marquez, caduta a Jerez
Marc Marquez, caduta a Jerez

Marc Marquez ha vissuto un 2020 decisamente nero. Partito come sempre con i favori del pronostico, durante la prima gara a Jerez era stato protagonista, dopo una piccola sbavatura, di una rimonta mostruosa che lo aveva riportato sul podio.

Proprio sul più bello però Marc Marquez è caduto fratturandosi il braccio. A quel punto è subito partita la corsa contro il tempo per rimetterlo in pista già la domenica successiva, ma lì è stato commesso il grave errore.

Marquez: “Noi non vediamo la paura e il rischio”

Lo spagnolo, infatti, tornato in sella alla sua Honda in fretta e furia, con l’intervento ancora fresco, si è ritrovato a dover rinunciare alle qualifiche a causa del dolore forte. Da lì è partito un calvario per Marquez che si è dovuto sottoporre ad altre due operazioni lasciando la moto e le piste per tutto l’anno.

Ora però il pilota iberico sta recuperando dall’infortunio cercando di tornare in pista per il campionato 2021, così da giocarsi il titolo numero 9 che gli permetterebbe così di eguagliare Valentino Rossi.

Durante la quarta puntata di Ruta 46-Ruta 93, il documentario andato in onda su DAZN Spagna, Marc Marquez ha parlato degli infortuni e in particolare dell’episodio avvenuto nel 2020 a Jerez: “Sono consapevole del fatto che posso infortunarmi in qualsiasi momento. Non sono nemmeno triste o più preoccupato del normale. Quando ero nella ghiaia pensavo: farò zero punti in gara, poi ho visto che il braccio si muoveva. Non so come abbia tenuto. Noi non vediamo la paura e il rischio, devono mostrarcelo”.

Antonio Russo