Bagnaia avverte: “Non paragonatemi a Valentino Rossi, vi spiego perché”

Francesco Bagnaia è pronto a vivere il suo primo anno da pilota ufficiale Ducati, ma non vuole sentirne dei paragoni con Valentino Rossi.

Francesco Bagnaia (Getty Images)
Francesco Bagnaia (Getty Images)

Uno dei momenti più grigi della carriera di Valentino Rossi è stata sicuramente l’esperienza vissuta in Ducati. Il Dottore, infatti, nel giro di pochi mesi si è ritrovato dalla lotta per il titolo a battagliare per il 5°-6° posto. Alla fine di un biennio sfortunato il #46 ha deciso di fare ritorno alla Yamaha dove ha poi ricominciato ad essere protagonista in MotoGP.

Oggi però, a distanza di molti anni, in Ducati è arrivato uno dei figliocci sportivi di Valentino Rossi, quel Francesco Bagnaia che dopo aver vissuto il proprio apprendistato nel Team Pramac è stato promosso nella squadra factory.

Bagnaia: “Devo vincere la prima gara in MotoGP”

Come riportato da “AS”, proprio il giovane pilota italiano ha così parlato del paragone con il suo mentore: “Penso che questa Ducati non abbia nulla a che vedere con quella che guidava Rossi e sono cambiate anche le persone che ci lavorano. Tanti piloti non riuscivano a guidare quella moto, anche Dovi ha avuto dei problemi all’inizio. Quando Vale è tornato in Yamaha è tornato a vincere”.

Bagnaia ha poi proseguito: “Sinceramente è impossibile confrontarmi con lui perché questa Ducati è una delle moto più competitivi in griglia, mentre all’epoca non lo era”. La casa di Borgo Panigale negli ultimi anni è cresciuta tantissimo.

Infine l’italiano ha così concluso: “Naturalmente quando corri con questa squadra devi pensare a lottare per il titolo, ma per prima cosa per me sarà fondamentale trovare il primo successo in MotoGP. In fondo è quello che ho fatto in Moto2: ho ottenuto la prima vittoria e poi ho cominciato lottare per il titolo che poi ho vinto”.

Antonio Russo

Morbidelli, Valentino Rossi e Bagnaia (Getty Images)