Franco Morbidelli: “Rins e Mir difficili da battere”

Franco Morbidelli riproverà a dare l’assalto al titolo mondiale dopo averlo mancato per soli 13 punti nel 2020. Al suo fianco ci sarà Valentino Rossi.

Franco Morbidelli
Franco Morbidelli (getty images)

La stagione 2020 per Franco Morbidelli si è chiusa in crescendo, con un secondo posto in classifica finale che chiede ancora vendetta. Tre le vittorie stagionali, ma è mancata un po’ di costanza soprattutto nella parte del campionato, complici anche qualche problema tecnico e un incidente di troppo con Johann Zarco.

L’allievo della VR46 Academy proverà a rigiocarsela nel 2021, al suo fianco ci sarà Valentino Rossi che passa nel team satellite Petronas SRT. A disposizione di Franco Morbidelli, anche per quest’anno, una M1 meno aggiornata rispetto ai colleghi, ma forse proprio questo ha giocato a suo favore nel 2020. Nella fase cruciale della stagione, il pilota italobrasiliano ha lottato per le prime posizioni, soprattutto contro i due piloti Suzuki Joan Mir e Alex Rins.

La sfida alle Suzuki

Inevitabile l’amarezza per aver mancato il titolo mondiale per soli 13 punti. “Da un lato, sono un po’ frustrato perché ero così vicino al titolo mondiale ma non l’ho vinto. Tuttavia, sono più felice per quello che ho ottenuto che triste per quello che ho perso”, ha detto Franco Morbidelli a MotoGP.com. Prima vittoria nel primo round di Misano, con Valentino Rossi quarto e un compagno di Academy, Pecco Bagnaia, sul secondo gradino del podio (terzo Joan Mir). Per il 2021 saranno ancora le Suzuki le moto favorite per la corsa alla vetta. “Entrambi i piloti Suzuki saranno molto difficili da battere”.

E cosa si aspetta lo stesso vice campione del mondo per la nuova stagione che prenderà il via a Losail? “Non dimentico che sto correndo per una squadra satellite. Voglio concentrarmi sull’ottenere risultati e pensare di gara in gara. Poi vedremo cosa ne verrà fuori. Voglio cominciare la stagione sapendo che posso vincere il titolo. Ma non sarà facile”.

Leggi anche -> Ducati, Dall’Igna: “No al congelamento dei motori per il 2022”

Franco Morbidelli e Valentino Rossi
Franco Morbidelli e Valentino Rossi (Getty Images)