Jordan rivela: “Schumacher mi ha mentito per correre”

Eddie Jordan è tornato a parlare di quel primo GP in F1 di Michael Schumacher a Spa con una delle sue vetture.

Michael Schumacher (Getty Images)

Michael Schumacher ha mosso i suoi primi passi in F1 con la Jordan nel 1991. Il tedesco fu ingaggiato per sostituire Bertrand Gachot, che era in arresto a Londra. La pista sulla quale dovette debuttare il futuro 7 volte campione del mondo fu Spa-Francorchamps, un tracciato molto complicato.

Eddie Jordan però non voleva di certo dare una delle proprie vetture in mano ad un novellino e quindi volle delle rassicurazioni sul fatto che Schumacher conoscesse già quella pista. Naturalmente siamo in un’epoca in cui non esistevano telefonini e non bastava googlare un nome per avere tutte le info necessarie. L’imprenditore irlandese quindi si interfacciò con il manager del tedesco Willi Weber per avere tali rassicurazioni.

Jordan: “Questo rende più significativi i suoi risultati”

Durante una recente intervista rilasciata alla BBC però Jordan ha così rivelato: “Mi ha tradito sfacciatamente. Prima della gara gli ho chiesto se avesse mai guidato a Spa. Quando chiedi una cosa del genere ad un pilota non intendi se è stato lì come turista, gli chiedi se c’è stato come driver. Schumi era stato a Spa con suo padre quando andava sui kart, ma non aveva mai guidato sul circuito. Questo rende ancora più significativi i suoi risultati di quel weekend”.

Insomma Michael non aveva mai guidato a Spa, ma nonostante ciò si qualificò al 7° posto stupendo tutti. In gara invece fu costretto al ritiro dopo pochi metri a causa della rottura della frizione. Proprio quella grande prestazione sul giro secco però attirò le attenzioni di Flavio Briatore, che decise di metterlo sotto contratto con la Benetton.

Antonio Russo

Eddie Jordan
Eddie Jordan (Foto Andreas Kolarik/Red Bull)