“Nel 2021 è Morbidelli l’uomo da battere”: la sentenza dell’ex pilota

Secondo l’ex pilota Loris Reggiani sarà Franco Morbidelli l’uomo da battere durante la prossima stagione di MotoGP.

Franco Morbidelli (Getty Images)
Franco Morbidelli festeggia sul podio (Getty Images)

Franco Morbidelli nel 2020 è stato senza ombra di dubbio il miglior pilota della Yamaha e uno dei pochi rider in MotoGP ad avere un rendimento costante. Purtroppo per lui però i guai tecnici della M1 e un pizzico di sfortuna lo hanno costretto a dire addio al titolo iridato nonostante le tre vittorie portate a casa.

In particolare Morbido ha pagato a fine anno lo zero rimediato a Jerez 2 per la rottura del motore mentre era in lotta per la vittoria e il pauroso incidente di cui è stato vittima suo malgrado con Zarco ad Austria 2 che gli è costato un altro zero.

Reggiani: “Vinales psicologicamente debole”

In un’intervista rilasciata a “Motosprint”, Loris Reggiani, proprio in merito a questi dati ha voluto dire la sua sul Mondiale che verrà: “Mi aspetto molto da Morbidelli. Lo vedo in lotta per il titolo. A differenza di Quartararo è costante. Vinales si è dimostrato psicologicamente debole, già con Rossi ha avuto qualche problema, ma con Fabio credo che andrà ancora peggio. Non credo che Valentino farà meglio del 2020, anche se all’inizio potrebbe essere più competitivo. Se tutto dovesse andare bene potrebbe vincere un GP però”.

L’ex pilota ha poi proseguito parlando del recente addio di Brivio alla Suzuki e dell’impatto che questo potrebbe portare sui risultati del team nipponico: “In pista ci vanno i piloti e non ho mai pensato che un team manager potesse fare la differenza. Mir può riconfermarsi, ma sarà dura. Io vedo Morbidelli come uomo da battere”.

Antonio Russo

Morbidelli (Getty Images)
Franco Morbidelli (Getty Images)