Macché ritiro, Kimi Raikkonen è infinito: “Ecco quando lascerò la F1”

Anche a 41 anni suonati, Kimi Raikkonen non ci pensa proprio a ritirarsi dalla Formula 1. Il motivo? “Mi diverto ancora”

Kimi Raikkonen
Kimi Raikkonen (Foto Florent Gooden / DPPI / Alfa Romeo)

Avrà anche 41 anni, quindici dei quali trascorsi nell’abitacolo di una monoposto di Formula 1. Avrà anche già 330 Gran Premi al suo attivo. Sarà anche il pilota più vecchio e più esperto dell’intera griglia di partenza, ma Kimi Raikkonen ad appendere il casco al chiodo non ci pensa proprio.

E il motivo è il più semplice di tutti. Al di là della crisi di risultati (le difficoltà del motore Ferrari hanno condizionato anche la sua Alfa Romeo, tanto da consentirgli di portare a casa solo quattro punti nel 2020) e delle voci sulla sua presunta frustrazione e volontà di ritirarsi, in realtà Iceman si diverte ancora.

Kimi Raikkonen si gode la vita in Formula 1

“Faccio ancora ciò che faccio e voglio continuare a farlo perché mi piace provarle tutte per rendere la macchina più veloce o guidare meglio”, ha affermato il finlandese ai microfoni di Formula 1 Magazine. “Se non mi piacesse più, mi fermerei. Questo per me è sensato. Non perderei il mio tempo a viaggiare per il mondo. Questa è la mia condizione per continuare: che mi piaccia”.

E pazienza se dal gradino più alto del podio è ormai distante dal lontano Gran Premio degli Stati Uniti nel 2018: “Anche se guidi per un top team, non c’è garanzia di vincere le gare”, ammette. “Oggi un team domina e le altre diciotto macchine hanno pochissime chance. Quindi sì, a volte vinci i Gran Premi e a volte no, ma comunque è molto raro. In ogni caso, mi diverto ancora a guidare e a lavorare”.

Kimi Raikkonen
Kimi Raikkonen (Foto Alfa Romeo)