Williams simile alla Mercedes? Russell ha già dato indicazioni

Williams pericolosa per la Ferrari? La scuderia inglese imiterà alcune soluzioni della Mercedes indicate da Russell.

George Russell (©Getty Images)

Anche se è durata lo spazio di una gara, l’esperienza di George Russell in Mercedes potrebbe rivelarsi fondamentale per la Williams. Per forza di cose l’inglese ha conosciuto alcuni dettagli relativi al funzionamento della W11, di conseguenza non c’è da sorprendersi se a breve si assisterà ad un flusso di informazioni che, pur non rivoluzionandola potrebbe ritoccare in direzione tedesca la monoposto di Grove.

A colpire più di tutto il 22enne sarebbe stato il DAS, il sistema vietato a partire proprio da quest’anno che, azionato al volante, permette di far sterzare le ruote così da gestire meglio le gomme. Trattandosi comunque di uno strumento che ha richiesto parecchio studio, il direttore tecnico James Allison non avrebbe consentito lo “scippo” o la rielaborazione da parte del team cliente. Al contrario, sarebbe arrivato l’ok per l’inserimento della frizione in stile Hamilton, ovvero dotata di una leva lunga per dosarla meglio in fase di partenza e con un doppio ditale in carbonio nel quale infilare due polpastrelli.

La paura della crisi finanziaria

Restando nella scuderia fondata nel 1976 da Frank Williams e Patrick Head, i vertici avrebbero deciso, uno po’ come tutti, di bilanciare le risorse da dedicare al progetto 2021 e quelle per l’anno successivo.

“Le regole del 2022 rappresentano un’opportunità, ma altresì un rischio, per cui stiamo procedendo con cautela”, ha affermato il responsabile Simon Roberts, spiegando come l’equipe abbia adottato una sorta di metodo a ritroso per comprendere meglio come e dove indirizzare l’investimento.

Una cosa però è già sicura. Entro metà estate la macchina attuale verrà abbandonata.  “Nella prima parte del 2021 ci concentreremo sul presente, poi ci sarà un punto di svolta. Quando di preciso non sappiamo, tuttavia per agosto il 100% dell’impegno sarà dedicato all’auto della rivoluzione tecnica”, ha chiarito l’ingegnere, speranzoso di poter compiere quel passo avanti necessario per lottare almeno per la top 10.

Williams (©Getty Images)

Chiara Rainis