Vettel: “Mi sono perso qualcosa in Ferrari, vi dico cosa”

A distanza di mesi Sebastian Vettel torna a parlare della sua avventura in Ferrari. A quanto pare il driver tedesco non ha rammarichi.

Sebastian Vettel, Ferrari in the press conference (Getty Images)
Sebastian Vettel, Ferrari in the press conference (Getty Images)

Sebastian Vettel nel 2021 comincerà una nuova avventura in Aston Martin. Il tedesco dopo 6 anni vissuti in Ferrari tra alti e bassi è stato costretto a cambiare aria dopo che Binotto lo ha messo alla porta decidendo di puntare sulla coppia giovane formata da Carlos Sainz e Charles Leclerc.

In Aston Martin il tedesco troverà ad attenderlo un motore Mercedes che dovrebbe permettergli di ritornare in lotta per i primi posti della classifica dopo un campionato decisamente grigio vissuto in Ferrari nel 2020.

Vettel: “Mi sono chiesto se continuare o meno”

Durante un’intervista rilasciata a “Racer”, Sebastian Vettel ha così dichiarato: “In verità non ho bisogno di capire la decisione della Ferrari. Non fa alcuna differenza quello che penso. Ho accettato tutto e quando Mattia mi ha chiamato al telefono è stato chiaro. Non ho cercato di convincerlo a fare qualcosa di diverso. Credo sempre che quando si chiude una porta un’altra si apre”.

Il tedesco ha poi raccontato il processo che lo ha portato all’Aston Martin: “Ovviamente c’è voluto un po’ di tempo. Non è che avessi tutte le squadre per scegliere. Ho pensato solo a quello che volevo fare per il futuro. Mi sono chiesto se volessi continuare o meno in F1. Poi ho preso la mia decisione e ho aperto la porta”.

Infine Vettel ha così concluso: “Sono razionale su queste cose. Non mi vedo a 40 anni in F1. Quindi ho ancora davanti qualche altro anno, ma non certo 10. Dopo quello che ho ottenuto in questo sport c’è un momento in cui inizi a pensare a cosa fare dopo. Vincere il titolo in Ferrari era la cosa più importante, quindi sono certo di essermi perso qualcosa. Ma sono abbastanza sicuro che non sarò frustrato per il resto della mia vita. Penso che tutto accada per qualche motivo”.

Antonio Russo

Sebastian Vettel (Getty Images)
Sebastian Vettel (Getty Images)