La previsione del boss della F1: “Per la Ferrari difficile recuperare”

Il CEO della F1 Domenicali non dà grosse chance di recupero alla Ferrari. La Scuderia riuscirà a contraddirlo?

Charles Leclerc, Ferrari (©Getty Images)

Che per la Ferrari non sarà una passeggiata è certo. Dopo essersi lentamente ma progressivamente avvicinata alla Mercedes, la Rossa ha perso tutto. Penalizzata dalla decisione della FIA in  merito alla presunta irregolarità del motore della SF90 del 2019, la squadra di Maranello si è resa protagonista di un clamoroso passo del gambero.  Sesta al termine della stagione 2020 con un bottino di appena 131 punti contro i 573 delle Frecce Nere e con o successi di gara a 13, peggio di così non poteva fare. Senza dimenticare la regressione in fase di pit stop, con molteplici pasticci che spesso hanno penalizzato l’uscente Sebastian Vettel.

 Per il CEO della F1 il recupero nel 2021 sarà complicato

Alla luce di una situazione tanto complessa e dell’impossibilità di intervenire in maniera massiccia sulla monoposto, per il nuovo Supremo del Circus Stefano Domenicali, a Maranello ci sarà ancora da mangiar polvere. Un problema non indifferente anche dal punto di vista della promozione della massima serie che necessita, come l’aria, di vedere il suo emblema competitivo e trionfante.

“Abbiamo bisogno di una Ferrari forte, ma capisco altresì che il contesto non sia dei più semplici”, ha sostenuto a Sky Sport 24. Seppur difficilmente il team potrà fare miracoli, qualche piccolo passo avanti se lo augurano un po’ tutti.

“Sono convinto che le cose miglioreranno anche se non sarà affatto semplice per via della stabilità del regolamento”, la speranza dell’ex manager dell’equipe modenese. Il grande lavoro effettuato sulla power unit potrebbe essere servito a chiudere in parte il divario dalle posizioni di vertice, così da premetterle almeno di lottare per il podio.

“Credo che gli stessi responsabili di Mercedes e Red Bull Toto Wolff e Christian Horner siano desiderosi di questo ritorno alla competitività”, ha chiosato evidenziando come un Cavallino di nuovo rampante sia ossigeno per l’intera serie.

Stefano Domenicali (©Getty Images)

Chiara Rainis