“Se fossi in Mercedes caccerei Hamilton”: la bomba lanciata da Jordan

Anche Eddie Jordan ha deciso di dire la sua sulla trattativa che va avanti orma da tempo tra Mercedes e Hamilton.

Jordan e Lewis Hamilton (Getty Images)
Jordan e Lewis Hamilton (Getty Images)

Nonostante manchino pochi giorni all’inizio del Mondiale di F1, ad oggi, Lewis Hamilton è ancora senza contratto. L’inglese sta trattando con la Mercedes, ma non è ancora arrivata la firma sul contratto con la squadra di Stoccarda.

L’impressione diffusa è che alla fine il rinnovo arriverà. Hamilton non ha alternative, non ci sono altri posti liberi e soprattutto non vi è sulla griglia una vettura che riesca a garantirgli quel grado di competitività.

Jordan: “Bisogna condividere anche i guadagni del team”

Durante un’intervista rilasciata a “F1-Insider”, Eddie Jordan ha così dichiarato sul britannico: “Ho appena sentito che Lewis vuole più di quanto la Mercedes sia disposta a dargli. Si tratta anche di condividere i guadagni della squadra e avere un ruolo influente all’interno del gruppo Mercedes. Se fossi il capo della squadra gli mostrerei la porta: o guidi secondo le nostre condizioni o te ne va”.

Il manager irlandese ha poi proseguito: “Vorrei anche dire a Lewis quello che ci disse all’epoca della morte di Senna Bernie Ecclestone: smettila di lamentarti, tutti sono sostituibili. Lewis dovrebbe saperlo”. Al momento il problema tra le parti sembra essere di natura economica. Hamilton, infatti, chiede uno stipendio molto alto mentre la Mercedes, vista anche la pandemia, vorrebbe contenere i costi.

Da par suo la Mercedes, qualora dovesse andare male il negoziato, ha già in mano il sostituto di Hamilton. A maggior ragione dopo quanto visto la passata stagione, infatti, la casa di Stoccarda non avrebbe problemi ad affidare una delle proprie vetture a Russell.

Antonio Russo

Lewis Hamilton (Getty Images)
Lewis Hamilton (Getty Images)