“Pensate che la crisi Ferrari continuerà nel 2021?”: la risposta di Sainz

Le difficoltà vissute dalla Ferrari nella stagione appena conclusa non spaventano Carlos Sainz, che punta sul pronto riscatto della Rossa

Carlos Sainz
Carlos Sainz (Foto Ferrari)

Guai a parlare di rimpianto. Da quando, prima ancora dell’inizio della stagione 2020, Carlos Sainz ha firmato il suo contratto con la Ferrari, la competitività della Scuderia è notevolmente peggiorata. Ma questo non significa che il pilota spagnolo si sia pentito della sua decisione.

Anzi, non ha per niente gradito le tante domande con cui è stato stuzzicato proprio su questo tema nei mesi passati: “Certamente questo mi ha un po’ infastidito”, ammette il figlio d’arte ai microfoni del sito specializzato internazionale Motorsport, “perché tutti sottintendevano che la Ferrari sarebbe andata male anche nel 2021, mentre in Formula 1 non si sa mai. Ma ho mantenuto la freddezza, non ho mai risposto nulla di cui mi sia pentito. Di questo sono contento”.

Sainz confida nella crescita Ferrari

Sainz non nasconde le difficoltà vissute dalla sua nuova squadra nell’annata appena conclusa: “Ovviamente hanno fatto un passo indietro nel 2020 e sono stati i primi ad ammetterlo, facendo grande autocritica. Ma tutti erano convinti che anche il 2021 sarebbe stato impegnativo”. Ma allo stesso tempo l’iberico guarda al futuro a lungo termine con fiducia: “Ho firmato un contratto biennale con la Ferrari e nel 2022 ci aspetta un enorme cambio di regolamento, dunque il 2021 è molto meno importante di quanto si pensi. Anche se la Ferrari potrebbe riscattarsi e vivere un 2021 grandioso, non si sa mai”.

L’ottimismo di Sainz deriva anche dai piccoli sviluppi che si sono visti nella parte finale del campionato: “Non ho ancora potuto guidare la macchina e non so che cosa sia davvero cambiato”, spiega Carlos. “Ma la situazione sembra un po’ migliorata e sono felice di vedere che stanno crescendo. Ho sempre detto che se c’è un team capace di ribaltare la situazione rapidamente in Formula 1, per me è la Ferrari. Ovviamente anche la Mercedes ne è capace, ma la Ferrari più di ogni altra, per via della sua storia, dei suoi uomini e delle sue risorse. Sono felice di vedere che questo sta iniziando ad accadere”.

Carlos Sainz
Carlos Sainz (Foto Ferrari)