Vettel mentore per le retrovie e Russell lo ringrazia

Quanto sia stato duro il 2020 di Vettel lo si capisce dalle parole di Russell. Il pilota Williams ha voluto ringraziarlo.

Sebastian Vettel (©Getty Images)

Sembra quasi una barzelletta, di quelle cattive da sorriso sardonico. Sebastian Vettel è diventato una sorta di eroe per i piloti di fondo griglia. Passato da lottare per la vittoria e dare battaglia nelle retrovie, il quattro volte iridato, in un 2020 da dimenticare, si è trasformato in una sorta di guida per i debuttanti o comunque per i piloti dotati di macchina poco competitiva.

A svelarlo è stato George Russell, a suo avviso capace di dare vita a prestazioni di alto livello sia al volante della Williams, sia della Mercedes,nel GP disputato a Sakhir, proprio grazie alla lezione imparata dal tedesco.

“Sono migliorato per merito dei ruota a ruota con l’Alfa Romeo, la Haas, e Seb“, ha riconosciuto a Motorsport.com. “Con il tedesco ho lottato moltissimo. Siamo stati vicini per l’intera stagione. Me l’avessero detto a metà dello scorso anno non ci avrei creduto”, ha quindi considerato il 22enne.

E’ cominciata l’avventura di Vettel in Aston Martin

Per restare in tema biondo di Heppenheim, nella giornata di giovedì la ex Racing Point ha rilasciato le prime immagini relative al futuro.

Come si può notare dalle tute indossate dal 33enne e dal compagno di squadra Lance Stroll sulle due auto, non vedremo più il rosa imposto dallo sponsor BWT, bensì il classico verde scuro del prestigioso brand inglese. Desideroso di scoprire i segreti del potente motore Mercedes che tanto lo ha fatto patire durante la sua parentesi Ferrari, Sebastian ha dichiarato di non vedere l’ora di scoprire la nuova macchina e dare il suo contributo per rendere la scuderia vincente.

Oltre alla livrea questo giovedì l’equipe con base a Silverstone ha annunciato la partnership con  la società americana di consulenza IT Cognizant Technology Solutions, che fungerà da title sponsor.

George Russell (©Getty Images)

Chiara Rainis