McLaren, frecciata a Vettel: “Con un altro pilota la Ferrari non sarebbe lì”

Secondo Zak Brown la poca consistenza di Vettel in questo 2020 ha portato la Ferrari a non ottenere quanto avrebbe meritato.

Sebastian Vettel e Carlos Sainz Jr. (Getty Images)
Sebastian Vettel e Carlos Sainz Jr. (Getty Images)

Sebastian Vettel ha vissuto un anno complicato in Ferrari. Dopo l’annuncio di separazione avvenuto a inizio 2020, infatti, il tedesco è stato costretto a correre tutto il campionato con una vettura tecnicamente inferiore e con la consapevolezza di dover salutare Maranello a fine campionato.

Durante un’intervista a “Racingnews365.nl” Zak Brown ha detto la sua sulla stagione della Rossa: “Basta vedere dove è arrivato Leclerc per capire che la Ferrari, con un secondo pilota più consistente non avrebbe chiuso al 6° posto. Per questo credo che con le loro risorse saranno una seria minaccia per il terzo posto l’anno prossimo”.

Brown: “Vettel riprenderà da dove Perez ha lasciato”

Il boss della McLaren ha poi analizzato gli altri competitor per il terzo posto nel Mondiale: “Io credo che nel gruppo centrale la Racing Point era la scuderia che aveva più spesso l’auto migliore. Anche lì però non ci sono stati due piloti che guidavano sempre allo stesso livello. Io penso che per Vettel la Ferrari non sia mai stato il suo ambiente migliore. Bisogna presumere che riprenderà da dove Perez ha lasciato se trova un buon ambiente. Inoltre hanno la terza migliore macchina”.

Infine Brown ha così concluso: “La Renault nell’ultima annata è stata di tanto in tanto la terza macchina e Fernando è velocissimo. Si ritroverà nelle prime posizioni, Ocon invece dopo un inizio difficile di 2020 è cresciuto. Anche l’Alpha Tauri dirà la sua. Non conosco Tsunoda, ma dicono sia bravo e poi c’è Gasly che è sempre molto consistente”.

Antonio Russo

Vettel (Getty Images)
Vettel (Getty Images)