Il sogno di Alonso: “Voglio salire sul podio con Sainz”

Alonso alza l’asticella e punta ad una stagione di ritorno in F1 da protagonista assoluto sognando il podio assieme alla Ferrari.

Fernando Alonso (©Getty Images)

Fernando Alonso sta per tornare e il suo morale è alto quasi quanto la fiducia in sé stesso e nella sua capacità di fare ancora la differenza. Se poi davvero ce la farà, questa è un’altra storia, di certo ai nastri di partenza del 2021 si presenterà con spirito combattivo e tanta voglia di far vedere alla concorrenza che non è un bollito, un pensionato a cui è stata regalata la chance di rientrare giusto per fare un po’ di pubblicità al marchio Alpine Renault.

Trentanove primavere alle spalle e due allori conquistati tra il 2005 e il 2006, Alo sogna l’impresa pur consapevole che dall’Australia in avanti non potremo attenderci grosse rivoluzioni, ma soltanto qualche ritocco alla classifica complice il congelamento dello sviluppo delle monoposto decretato dalla FIA per fronteggiare la crisi economica post  pandemia.

“Sarebbe bello se riuscissi a salire sul podio”, ha affermato l’asturiano a Cadena SER, rincuorato da un andamento del 2020 meno ristretto alle varie Mercedes, Ferrari e Red Bull. Il quinto posto costruttori, ma soprattutto i due terzi posti di Ricciardo all’Eifel e ad Imola, e il secondo il Ocon a Sakhir, fanno ben sperare. “Sentire di nuovo il sapore dello champagne sarebbe fantastico e ancor di più se ci fosse con me Sainz“,  ha aggiunto sul suo connazionale e amico, ora pilota Ferrari.

Conscio, come detto, che il prossimo sarà un anno di attesa e ancora, salvo improbabili colpi di scena, appannaggio delle Frecce Nere, il driver di Oviedo ha dato appuntamento al 2022 ai suoi tifosi. “L’obiettivo per adesso è prepararsi e progredire in vista del futuro, in cui grazie al cambio delle regole potremo tornare a vincere e stare davanti”, ha chiosato convinto.

Carlos Sainz (©Getty Images)

Chiara Rainis