Botti di Natale: parole di fuoco tra Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo

Scontro acceso nelle dichiarazioni tra Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo, che a distanza rimarcano la loro rivalità ai tempi della Ducati

Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo
Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo (Foto Ducati)

Lo spirito natalizio non sembra aver minimamente contagiato Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo. I due piloti, attualmente senza squadra in MotoGP, ma ex compagni alla Ducati nel biennio 2017-2018, hanno infatti trascorso i giorni di festa a scambiarsi reciprocamente bordate e siluri.

Ad aprire le ostilità è stato Dovi, rispondendo ad una serie di dichiarazioni provocatorie che già Por Fuera gli aveva riservato nelle scorse settimane. Il forlivese si è chiesto il motivo di questa ossessione del maiorchino nei suoi confronti, e ha ipotizzato che fosse dovuta ai migliori risultati ottenuti da lui nel periodo di convivenza a Borgo Panigale.

Dovizioso: “Lui invidioso dei miei risultati”

“Non gli piaccio ancora, di sicuro”, ha commentato Dovizioso ai microfoni di Dazn. “Soprattutto perché appena può mi attacca, e non sono riuscito a capire il motivo. Forse è perché per due anni è sempre arrivato dietro di me, con la mia stessa moto. Avendo vinto così tanti campionati del mondo dovrebbe essere superiore a faccende del genere, ma ho notato che qualcosa lo disturba e non riesco a capire la sua mente, che è un po’ particolare”.

La risposta di Lorenzo non si è fatta attendere, attraverso il suo profilo ufficiale di Instagram: “Dovizioso è invidioso di me dai tempi della 250″, ha chiarito lo spagnolo. “Sappiamo entrambi che è un astio che non risale alla Ducati, però quando ho accettato la chiamata della Ducati ho voluto dare un’opportunità al nostro rapporto”.

Lorenzo: “No, lui invidioso del mio stipendio”

Il cinque volte campione del mondo ha dato un’interpretazione del tutto diversa al rapporto con Andrea quando furono vicini di box alla Rossa: “Durante la prima stagione da compagni di squadra in Ducati ricordo che andavo a complimentarmi con lui sotto il podio, ma in cambio da lui ricevevo solo parole negative, anche dopo un ritiro fortuito dovuto a un guasto meccanico. Capisco che gli abbia fatto male che la Ducati abbia voluto scommettere su un campione, pagandolo dodici volte in più di lui, ma la realtà è che l’ho battuto in 250 e in nove anni di MotoGP, compresi quelli in cui guidavamo entrambi una Yamaha“. Lorenzo si riferisce al 2013, quando lui militava nella Yamaha ufficiale mentre Dovizioso correva con la moto satellite del team Tech3.

Nella conclusione del suo intervento, Jorge ci tiene a rimarcare la sua superiorità: “Nel secondo anno in Ducati, non appena ho avuto una moto che assecondasse le mie caratteristiche, l’ho battuto regolarmente, superandolo pure in classifica. Sfortunatamente, un infortunio ha rallentato il mio percorso di crescita. Quindi, ‘caro’ Andrea, tu sai bene, così come tutto il resto del mondo, il motivo per cui non mi piaci: non perché mi hai battuto nel primo anno, quello di ambientamento, che era anche una cosa normale, e sai benissimo che se avessi continuato a guidare la Ducati con te come compagno di squadra, ti avrei sconfitto. Buon Natale”.

Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo
Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo (Foto Ducati)