Maverick Vinales: “Alla fine del Mondiale non capivo niente”

Maverick Vinales ripercorre le tappe di un Mondiale 2020 in forte salita per i colori Yamaha. Ma ne esalta alcuni aspetti positivi.

Maverick Vinales
Maverick Vinales (getty images)

Maverick Vinales sta sfruttando questa pausa invernale per prepararsi al meglio in vista della prossima stagione. Il pilota Yamaha cerca il riscatto dopo aver conquistato una sola vittoria nel 2020, in preda alle difficoltà tecniche di una M1 che troppo spesso mancava di grip al posteriore. “Sono rimasto calmo a casa, riflettendo e cercando di capire cosa dovremmo migliorare – dice in un’intervista a Europa Press -. È importante sbarazzarsi dei cattivi sentimenti dell’anno. Guardandolo in prospettiva, ci sono state cose positive e negative. Sono riuscito a finire primo nel team, il che era importante, e ho dato alla Yamaha una buona indicazione per migliorare. Alla fine del Mondiale era seccato perché non capivo niente. Avevo bisogno di una pausa”.

Troppi alti e bassi per il pilota di Figueres, con due podi nelle prime due gare di Jerez, una sola vittoria a Misano/2 e poi il vuoto. Negli ultimi tre round ha raggiunto a stento una top-10 per un finale di stagione a dir poco da archiviare. “Si passa dalla vittoria di una gara al decimo posto e questo è super negativo per la testa di un pilota. E’ molto complicato avere a che fare con quella situazione”. Per il prossimo anno la priorità è guadagnare aderenza al posteriore. “Abbiamo cercato di migliorare questo punto per alcuni anni, quindi non è un compito facile – ha aggiunto Maverick Vinales -. Ma ce la faremo, sono positivo a questo riguardo. Ho imparato ad essere paziente, calmo, sicuro di me stesso”.

Il resto dovranno farlo gli ingegneri Yamaha, consapevoli che il prestigio del marchio non può permettersi altre figuracce, specie dopo il problema alle valvole. Inoltre dal 2021 cambierà il suo compagno di box. Arriverà Fabio Quartararo al posto di Valentino Rossi dopo quattro stagioni insieme. Il Dottore passerà al team satellite Petronas SRT. “È impressionante. Lo ammiro molto – ha concluso Vinales -. Penso che smetterò molto prima di lui”.

Maverick Vinales
Maverick Vinales (getty images)