Kvyat non molla. Il russo sogna un rientro tris in F1

Kyvat spera in una terza chance nel Circus nel 2022.  Ma davvero qualcuno sarà disposto a dargli ancora un sedile?

Daniil Kvyat (©Getty Images)

Malgrado il talento di cui dispone,  Daniil Kvyat non è riuscito a raccogliere quando avrebbe meritato, almeno in F1, eppure il suo caso ha un ché di storico. Entrato in Toro Rosso nel 2014 e subito dopo promosso in Red Bull, resisterà nel main team fino a metà del 2016 prima di essere declassato di nuovo nell’equipe di Faenza. Licenziato nel 2017 dopo il GP di Singapore e richiamato solamente per prendere parte al round del Texas, il russo sarà fuori dalla massima serie per l’intero 2018 e quindi verrà ripescato dall’attuale Alpha Tauri, per uscire di nuovo di scena al termine della stagione appena conclusa.

Un tira e molla sfiancante per chiunque, ma non per lui che per il futuro punta ad un campionato alla finestra svolgendo il ruolo di riserva, prima del rientro nel 2022. Il driver di Ufa si è detto convinto di avere ancora una possibilità, in quanto fra due stagioni la rivoluzione tecnica potrebbe privilegiare coloro che hanno esperienza alle spalle. “Farò di tutto per rientrare perché ho ancora molto da dare”, ha dichiarato a Motorsport.com.

In realtà per il 26enne non sarà facile il comeback. A pesare pure la differenza di prestazioni con il compagno di squadra Gasly. Numeri alla mano, se il francese ha concluso il mondiale 2020 in decima posizione con 75 punti,  lui è giunto quattordicesimo con 32. “La vittoria di Pierre a Monza ha oscurato quanto di buono ho fatto”, si è giustificato. “Invece adesso sono molto più completo e anche quando la pressione è alta riesco a gestirmi bene, un aspetto quello, che in passato mi metteva in difficoltà”.

Come da lui stesso riconosciuto l’aver bruciato le tappe ed essere passato direttamente dalla GP3 al Circus potrebbe essere stata la causa di tante défaillance. Non fosse per qualche eccezione come Max Verstappen o prima di lui Kimi Raikkonen, saltare i gradini non ha mai portato bene. Ecco perché nonostante la giovane età per il #26 potrebbe già essere game over.

Daniil Kvyat (©Getty Images)

 

Chiara Rainis