Il Covid minaccia già pure il calendario 2021 della F1: a rischio il primo GP

Come già avvenuto quest’anno, anche nel 2021 il Gran Premio d’Australia rischia di saltare dal calendario della Formula 1 per colpa del Covid

La bandiera della Formula 1 nel paddock del Gran Premio d'Australia a Melbourne
La bandiera della Formula 1 nel paddock del Gran Premio d’Australia a Melbourne (Foto Clive Mason/Getty Images)

Non ha fatto neanche in tempo a concludersi l’anno 2020, che già il coronavirus minaccia anche la prossima stagione di Formula 1. Come nell’annata appena trascorsa, infatti, anche il calendario che verrà prevede tradizionalmente il suo Gran Premio inaugurale in Australia, a Melbourne. E, come nell’annata appena trascorsa, anche nel 2021 questa gara rischia di saltare.

Secondo Michael Schmidt, l’autorevole corrispondente della rivista specializzata tedesca Auto Motor und Sport, l’organizzazione dell’evento nutrirebbe forti dubbi sulle possibilità di andare avanti regolarmente con i programmi. “Al momento è molto complicato entrare in Australia e, da quel che ho sentito, Melbourne avrebbe richiesto un’altra data nel calendario”, scrive il giornalista.

Il primo GP della Formula 1 2021 dall’Australia al Bahrein

Insomma, la storia del 2020 si ripeterebbe: “L’avvio è in bilico”, prosegue Schmidt. “L’organizzazione non vuole prendersi il rischio di costruire già il circuito, un’operazione che costa denaro, per poi dover cancellare la gara la settimana prima per decisione del governo”.

Se le richieste dei vertici del Gran Premio d’Australia dovessero essere accolte dalla Formula 1, ad aprire il prossimo Mondiale a quattro ruote sarebbe dunque la tappa che inizialmente era posizionata al secondo posto nel calendario, quella in Bahrein, sul circuito di Sakhir.

Le bandiere nel paddock del Gran Premio d'Australia a Melbourne
Le bandiere nel paddock del Gran Premio d’Australia a Melbourne (Foto Robert Cianflone/Getty Images)