La Williams vicina all’accordo con una big? Il parere del boss

Buone notizie dal fondatore della Williams. Il team che porta il suo nome intanto ribadisce che resterà indipendente.

Williams (©Getty Images)

Claire Williams può tirare un sospiro di sollievo e così tutti i tifosi della storica scuderia fondata a Grove nel 1976. Patron Frank è stato dimesso dall’ospedale dopo qualche giorno di ricovero. A riportare la notizia è stata la squadra, ormai di proprietà della Dorliton Capital. Come già avvenuto nella nota precedente non sono stati diffusi dettagli, ma si sa solamente che ora, l’ultimo grande manager romantico della F1, proseguirà la convalescenza a casa.

Cosa cambierà alla Williams nei prossimi mesi

Passando al presente della scuderia, come annunciato una settimana fa ci saranno dei cambiamenti al vertice della scuderia britannica, con l’ingresso di Jost Capito, ex boss Volkswagen nel WRC ed ex McLaren, in carica a partire da febbraio, e la conferma di Simon Roberts, finora capo ad interim a seguito del passaggio di proprietà post estate. E a proposito del responsabile dell’equipe, in un periodo in cui le squadre B vanno di moda, vedasi Red Bull e Alpha Tauri, piuttosto che Ferrari e Haas, o Mercedes e Racing Point,  la Williams ha ribadito che sarà sempre indipendente. “Malgrado gli innegabili vantaggi, vogliamo continuare così anche se ci piacerebbe essere più competitivi”, ha asserito a Motorsport.com il dirigente che comunque non ha escluso il rafforzamento di alcune partnership già in essere, il tutto nel pieno rispetto di quello che è stato il progetto iniziale di Frank.

Patrick Head e Frank Williams (©Getty Images)

Chiara Rainis