Sinner: “Tifo per Valentino Rossi, ma gli vorrei chiedere una cosa”

Jannik Sinner ha raccontato di amare il motorsport e di fare in particolare il tifo per Valentino Rossi al quale vorrebbe chiedere una cosa.

Valentino Rossi e Sinner (Getty Images)
Valentino Rossi e Jannik Sinner (Getty Images)

Jannik Sinner è l’uomo del momento del tennista italiano. Con la vittoria conquistata a Sofia nel 2020 è diventato, a 19 anni e 2 mesi, il più giovane italiano a conquistare un torneo nell’era Open. Al momento è 37° nel ranking e soprattutto è considerato dai colleghi e dagli addetti ai lavori uno dei tennisti più promettenti della sua generazione.

L’Italia negli ultimi anni, a parte qualche sporadica eccezione, non ha vissuto grandi momenti nel tennis. Sinner, insieme al collega Berrettini però potrebbe inaugurare una nuova Era d’oro del tennis italiano. In tanti sperano che il sancandidese possa rappresentare per il tennis in Italia quello che negli anni hanno rappresentato Valentino Rossi con la MotoGP e Tomba nello scii.

Sinner: “Anche Leclerc è simpatico”

In una recente intervista rilasciata al Corriere della Sera, Sinner ha così raccontato del proprio rapporto con il motorsport: “Quando sono in giro non riesco a seguire le gare però conosco Daniel Ricciardo e Antonio Giovinazzi, due piloti che sono tanto appassionati di tennis. In particolare ho un patto con Antonio: lui mi insegna i trucchi del suo lavoro e io del mio. Quando sono a Montecarlo, invece, incontro Leclerc, anche lui è tanto simpatico. Nelle moto tifo per Valentino Rossi e per gli italiani in generale”.

Il tennista italiano ha poi proseguito: “Se riuscissi a parlare con Valentino gli chiederei come fa ad essere sempre così lucido prendendo decisioni importanti in un centesimo di secondo”. Chissà che nei prossimi mesi, il giovane Sinner, non possa conoscere il Dottore così da chiederglielo per davvero.

Antonio Russo

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)