Charles Leclerc ammette: è “deluso” dall’ultima qualifica della stagione

Charles Leclerc non va oltre il nono posto nelle qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi: a causa della penalità partirà dodicesimo

Charles Leclerc in pista nelle qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi di F1 2020 a Yas Marina
Charles Leclerc in pista nelle qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi di F1 2020 a Yas Marina (Foto Ferrari)

“Sono un po’ deluso perché speravo di poter fare qualcosa di più nella Q3, ma non ci sono riuscito”. Ha lasciato l’amaro in bocca l’ultima qualifica della stagione a Charles Leclerc. Il monegasco, infatti, non è riuscito ad andare oltre la nona posizione, che si trasformerà nella dodicesima sulla griglia di partenza a causa della penalità inflittagli la settimana scorsa per l’incidente al via del GP di Sakhir.

Quello che più dispiace al Piccolo principe è aver concluso l’ultima frazione delle prove ufficiali con un tempo addirittura peggiore (di quasi due decimi) rispetto a quello ottenuto nella prima fase. “Per qualche motivo ho faticato molto con le temperature delle gomme”, ammette. “Non riuscivo a tenere le gomme fresche verso la fine del giro: si surriscaldavano nell’ultimo settore e questo mi faceva perdere parecchio tempo. Dobbiamo capire il motivo, ma almeno sono felice di essere passato alla Q3 con le medie”.

Leclerc domani al via con le gomme medie

Aver usato la mescola media nella parte centrale delle qualifiche gli permetterà infatti di scattare domani con delle coperture che in prova si sono rivelate molto più durevoli delle morbide. “Per fortuna abbiamo fatto un buon lavoro nella Q2, che ci aiuterà a partire con le nostre gomme preferite”, spiega Leclerc. “Sarebbe stato molto peggio partire con le soft, perché avrei avuto un vantaggio solo per i primi due giri, ma in seguito sappiamo che il degrado ci sarebbe costato molto”.

Charles Leclerc in pista nelle qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi di F1 2020 a Yas Marina
Charles Leclerc in pista nelle qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi di F1 2020 a Yas Marina (Foto Ferrari)