Zanardi, arriva la svolta nelle indagini della procura sull’incidente

La procura di Siena, che sta indagando sull’incidente di cui è stato vittima Alex Zanardi, chiede un’integrazione della consulenza del perito

Alex Zanardi con la sua handbike
Alex Zanardi con la sua handbike (Foto Bmw)

Le indagini sul terribile incidente di cui fu vittima Alex Zanardi lo scorso 19 giugno potrebbero essere ad un punto di svolta. La procura di Siena, che sta portando avanti l’inchiesta, ha infatti chiesto al professor Dario Vangi, suo perito, ingegnere e docente dell’università di Firenze, un’integrazione della consulenza che aveva già consegnato in merito alle dinamiche dell’incidente.

Un supplemento di studi si è reso necessario, secondo i magistrati, sulla base delle osservazioni formulate dalle parti, specialmente dai legali dello stesso Zanardi. Gli avvocati, infatti, da sempre sostengono le responsabilità di Marco Ciacci, l’autista del tir Iveco Magirus contro il quale si scontrò la handbike guidata dal campione bolognese, e al momento unico indagato. Nella sua consulenza, il professor Vangi aveva affermato che in effetti il mezzo pesante aveva superato la linea di mezzeria della strada provinciale 146, tra San Quirico d’Orcia e Pienza, ma che questo movimento non aveva avuto “una diretta efficacia causale nella determinazione dell’incidente“.

La posizione dei legali di Alex Zanardi

Diversa, invece, l’opinione dei difensori di Zanardi, secondo cui l’invasione di corsia sarebbe evidente dal video dell’incidente, filmato dal videomaker Alessandro Maestrini, da cui si evincerebbe che il tir fosse proprio in traiettoria di collisione con la handbike, che invece procedeva regolarmente lungo la sua direzione.

Dall’analisi del filmato, gli avvocati ipotizzano che il camion stesse in quel momento tentando di superare una bicicletta e che, per evitarlo, l’ex pilota di Formula 1 avrebbe cercato per tre volte di sterzare a destra, aiutandosi anche con un braccio. L’integrazione alla consulenza del perito cercherà dunque di dare ulteriori risposte in merito, mentre lo stesso atto ha anche l’effetto di prolungare di almeno un mese le indagini della procura.

Alex Zanardi sulla sua handbike (Foto Bmw)
Alex Zanardi sulla sua handbike (Foto Bmw)