Marquez: “Yamaha? Mi hanno fatto pensare al 2015”

Marc Marquez ha raccontato che vedendo i vari problemi occorsi ai piloti Yamaha gli sono tornati in mente i suoi nel 2015.

Marc Marquez e Valentino Rossi (Getty Images)
Marc Marquez e Valentino Rossi (Getty Images)

La Yamaha ha vissuto una stagione davvero particolare. Pur essendo il costruttore che ha portato a casa il maggior numero di successi nel 2020, infatti, non è riuscita ad ottenere nemmeno un titolo da mostrare in bacheca.

A pesare sull’annata del team di Iwata sono stati soprattutto i tanti problemi avuti con il motore. Basti pensare che lo stesso Morbidelli, proprio a causa di un propulsore andato in fumo, ha probabilmente cestinato un titolo iridato che altrimenti sarebbe stato alla sua portata.

Marc Marquez, ai colleghi di DAZN, ha così commentato la stagione della Yamaha: “Farsi un’idea di quello che succede altrove è sempre difficile. Da spettatore mi viene da dire che la situazione in Yamaha è stata davvero strana. Hanno vinto la maggior parte delle gare, ma poi in alcune occasioni non sono riusciti a stare nemmeno nei 10 con i tre rider che guidavano una moto ufficiale”.

Marquez sorpreso dalla Yamaha

Il rider spagnolo ha poi proseguito: “Il fatto che Morbidelli sia riuscito, con una M1 diversa, a fare risultati migliori e diventare vice-campione del mondo, mi fa pensare a quello che è successo a me nel 2015, quando ho dovuto gestire una configurazione del motore che non mi piaceva. Un problema che si è risolto solo l’anno successivo. Questo è difficile da comprendere, perché quando succede resti senza una spiegazione”.

Marquez, infatti, durante quello sfortunato 2015 non riuscì mai a sentirsi a proprio agio con la Honda, che sembrava davvero indomabile. Dall’anno successivo però le cose per lui sono cambiate e alla fine so arrivati 4 titoli consecutivi.

Antonio Russo

Marc Marquez (Getty Images)
Marc Marquez (Getty Images)