MotoGP, Aleix Espargarò: “Ho ancora due o tre anni davanti a me”

Aleix Espargarò ha un grande amore per la sua famiglia che potrebbe spingerlo a lasciare il paddock della MotoGP anzitempo. Ma per ora l’obiettivo è la top-6 con Aprilia.

Aleix Espargarò nelle prove libere del Gran Premio d'Europa di MotoGP 2020 a Valencia (Foto Aprilia)
Aleix Espargarò nelle prove libere del Gran Premio d’Europa di MotoGP 2020 a Valencia (Foto Aprilia)

Tempo di vacanze per Aleix Espargarò dopo una stagione poco esaltante in sella alla sua Aprilia RS-GP. Dopo i primi test invernali il pilota catalano sembrava poter ambire a risultati più incoraggianti, invece ha dovuto fare i conti con i limiti tecnici della moto di Noale. Il 31enne sarà il secondo pilota più anziano in griglia nel 2021 dopo le uscite di Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow, ma non sembra rappresentare un problema.

D’altronde Aprilia ha bisogno di un pilota esperto per portare avanti l’evoluzione del prototipo e puntare alla top-6 in maniera costante. “Quando ai ragazzi più grandi viene fatta questa domanda, tutti dicono sempre: mi sento meglio che mai in carriera”, ha detto ridendo il pilota residente in Andorra. “Ma nel mio caso, mi sento davvero così: sono più in forma che mai, non ho mai avuto 64 o 65 kg di peso che ho ora. Allo stesso tempo, mi sento molto forte perché ho cambiato un po’ la mia dieta e i metodi di allenamento negli ultimi due o tre anni”.

Aleix pensa al futuro

Aleix Espargarò è molto legato alla sua famiglia, formata dalla moglie Laura e dai due figli gemelli Max e Mia. Chiusi i test a Jerez non ha perso tempo a partire per una vacanza a Dubai. “Da quando ho avuto la famiglia che sognavo, ho trovato difficile separarmene, soprattutto con un calendario come quello che avevamo nella stagione 2020 – ha detto a Speedweek.com -. Questa è la parte difficile per me”. Poi c’è la famiglia Aprilia che gli ha sempre confermato massima fiducia. “Mi sento molto a mio agio con gli Aprilia. Li conosco da molto tempo ormai, sono come una famiglia per me. Mi sento forte e ho anche la sensazione di dimostrare di essere ancora un pilota molto veloce”.

Non immagina una carriera molto longeva come quella di Valentino Rossi. “Non mi piace essere separato dalla mia famiglia. E la situazione attuale rende tutto più difficile. Direi che è l’unico aspetto negativo. Ma presumo di avere ancora due o tre anni molto buoni davanti a me. Voglio dimostrare che posso essere veloce e portare Aprilia tra i primi sei nel Mondiale. Questo mi dà motivazione”.

Leggi anche -> Marc Marquez, infezione al braccio operato: il comunicato Honda

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Aleix 41 (@aleixespargaro)