Alla scoperta del Nurburgring: l’Inferno verde come non lo avete mai visto – VIDEO

Un video molto particolare che ci dà una vista dall’alto del famoso circuito del Nurburgring Nordschleife 
nurburgring

(websource)Non sorprende che il web sia disseminato di video del Nurburgring. Tra compilation di incidenti, foto e video spia e record su giro, le vedute aeree della pista e dell’area circostante sono in realtà piuttosto difficili da trovare. Per fortuna, l’ultimo video di Pete Ruppert TOY UNIVERSE presenta un sorvolo dell’intera struttura.

Partiamo dal circuito del Gran Premio, al quale la Formula 1 è tornata di recente nel 2020 per garantire un numero di gare accettabile per il calendario abbreviato. Dopo un rapido sguardo agli ampi spazi aperti – e alle aree di deflusso – partiamo per la foresta di Adenauer, acquisendo una profonda comprensione del perché il Nordschleife sia definito l’Inferno Verde.

Leggi anche -> Nico Rosberg a bordo della Porsche Taycan al Nurburgring – VIDEO

Le riprese dall’alto sono sempre impressionanti, ma questa prospettiva ci dà un’idea dei cambiamenti di altitudine durante il giro. Sebbene gran parte del tracciato si snodi semplicemente attraverso il bosco, è affascinante vedere il passo in salita del tratto di Kesselchen e quanto bassa sia la curva breidscheid sul circuito.

A parte le sessioni di Touristenfahrten, dove la pista è aperta al pubblico durante il giorno, le riprese danno un’immagine ancora migliore della mancanza di pali della luce sulla pista stessa. Come se la pista non fosse già abbastanza famosa durante il giorno, i concorrenti in eventi come la 24 Ore del Nurburgring devono percorrere la maggior parte del tracciato illuminato solo dai fari della loro auto e dagli altri concorrenti.
nurburgring circuito

(websource)I lettori appassionati possono anche notare che il circuito del GP è chiuso; anche se a volte viene utilizzato nelle gare di endurance per garantire una migliore possibilità di sorpasso, non viene utilizzato sempre. Semantica a parte, questo sguardo dall’alto afferma la mistica che circonda il circuito del Nurburgring e ne cementa il posto nella storia dell’automobilismo.