Alex Marquez: “Il Team LCR non è un passo indietro. Marc è come un fan”

Alex Marquez è felice di approdare nella squadra di Lucio Cecchinello e pensa sia perfetta per maturare definitivamente.

Alex Marquez (Getty Images)
Alex Marquez in pit-lane con la Honda (Getty Images)

Alex Marquez ha cominciato, come comprensibile, il suo campionato con qualche incertezza. Lo spagnolo, all’esordio in MotoGP, nelle prime gare ha sofferto di inesperienza. Nella seconda parte però è cresciuto tanto portando a casa due podi consecutivi e dimostrandosi in altre occasioni competitivo.

Come riportato da “Marca”, durante un evento promozionale con Estrella Galicia, Alex Marquez ha così raccontato la propria annata: “Il calore delle persone è necessario, tutto è freddo senza di loro. Il covid-19 ci sta facendo apprezzare le cose normali. Ci mancano le persone nel paddock e in tribuna. Le persone mi sono mancate soprattutto ad Aragon perché lì con il podio sarebbe stato speciale. Anche il giro d’onore è diverso. Tutto è molto diverso, ma ci siamo abituati e siamo grati di aver terminato la stagione”.

Alex Marquez: “Ci sono ancora mille cose da imparare”

Il rider iberico ha poi proseguito parlando del fratello: “In un anno in cui mancavano i fan, avevo un fan a casa (Marc ndr) che mi sosteneva, che mi mandava video, che potevo chiamare. Quel supporto e quel modo di starmi vicino da fan mi è piaciuto. Mi ha sempre incoraggiato”.

Infine Alex Marquez ha così concluso: “Credo che il cambio di team sarà positivo per me. O almeno così spero. Ecco perché ho accettato questa sfida. L’ho sempre detto: non è un passo indietro, sfrutterò quest’occasione per continuare ad allenarmi e diventare un pilota più completo in MotoGP. Ci sono ancora mille cose da imparare. Penso che sarò nel posto giusto per continuare ad imparare tutti i dettagli. Spero che sarà un anno più normale per tutti”.

Antonio Russo

MotoGP - Alex Marquez (Getty Images)
MotoGP – Alex Marquez (Getty Images)