I soldi “regalano” un sedile in F1. La Haas ha già scelto

Come anticipato dallo stesso boss Steiner, il primo sedile della Haas è stato ceduto ad un pilota dalle importanti doti economiche.

Haas (©Getty Images)

Questo martedì mattina la F1 si è svegliata in gran fermento. Dalla notizia della positività al Covid di Hamilton, all’annuncio del primo sedile della Haas per il 2021. A tal proposito nessuna sorpresa. Come previsto il team americano ha ingaggiato per l’anno venturo Nikita Mezepin. Il russo, da tempo attivo nelle formule minori, ma mai davvero in grado di brillare, ha fatto il salto di qualità proprio in questa stagione. Terzo della classifica piloti in F2 con 162 punti contro i 205 del leader Mick Schumacher, il portacolori della Hitech GP, si è aggiudicato il passaggio in F1 grazie soprattutto ai rubli di papà Dmitry, ricchissimo magnate, che Gene Haas non vedeva l’ora di accogliere come fosse la manna.

D’altronde, con la solita dose di onestà che lo contraddistingue il responsabile della scuderia Gunther Steiner aveva già fatto intendere che la scelta sarebbe ricaduta su qualcuno in grado di portare sufficiente budget per continuare a sopravvivere, a fronte di una crisi economica post-Coronavirus non indifferente. “Nel campionato in corso ha saputo mostrare il suo valore con due successi e una manciata di podi”, le parole dell’ingegnere meranese. “È cresciuto fino a diventare il driver maturo capace di scalare le categorie addestrative. Sono curioso di scoprire cosa saprà fare nel Circus”.

Come facilmente immaginabile il 21enne moscovita ha accolto con piacere la promozione ringraziando come prassi tutte le parti coinvolte. Ora resta da capire chi verrà eletto a suo compagno di box. Anche qui non dovrebbero esserci colpi di scena. Ad oggi sembra certo un ballottaggio tra due membri della Ferrari Academy, ossia Schumi Jr. E Callum Ilott, che stanno figurando molto bene nella serie cadetta.

Nikita Mazepin (©Getty Images)

Chiara Rainis