MotoGP, Joan Mir mette a tacere il papà di Jorge Lorenzo

Joan Mir non si sente troppo riconoscente nei confronti di Chicho Lorenzo e ritiene ingiusto attribuirsi dei meriti non suoi: “Ho trascorso pochi anni nella sua scuola”.

Joan Mir (Getty Images)
Joan Mir (Getty Images)

Joan Mir ha riportato Maiorca al centro del Motomondiale dopo la vittoria del titolo iridato, patria di tanti piloti tra cui Jorge Lorenzo, cinque volte iridato. A poche ore dall’assegnazione del Mondiale Chicho Lorenzo ha pubblicato sui social una foto di Joan in tenera età, quando frequentava l’accademia Lorenzo Competicion, ricordando che la sua scuola è stata la chiave per creare una generazione di piloti maiorchini: “Mi hanno buttato come un cane dall’ambiente di mio figlio quando ha compiuto 18 anni, dicendo che il merito era loro, che non ne avevo idea – aveva polemizzato Chicho Lorenzo -. Ho promesso di dimostrare che avrei potuto addestrare un’intera generazione di piloti maiorchini per raggiungere il campionato del mondo. 14 anni dopo l’obiettivo è stato raggiunto ”.

Per certi versi il padre di Jorge si è voluto prendere dei meriti per il trionfo iridato di Joan Mir, cosa che non è piaciuta al neo campione della Suzuki. “Ci sono persone che mi hanno formato per più anni di lui, sono stato nella sua scuola per pochi anni ed ero un bambino molto piccolo. Non credo sia giusto che si prenda il merito di essere un campione del mondo, perché non è così”, ha ribattuto Joan Mir nei giorni della sua premiazione in terra patria. Ha potuto celebrare il successo nella sua Maiorca in piccola scala a causa della pandemia di Coronavirus, godendosi un breve giro attraverso le strade della sua città natale a bordo di una GSX-R 1000.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MIR36 (@joanmir36official)