Superbike 2021, Jonas Folger: “Grandi aspettative con BMW”

Jonas Folger nel 2021 sbarcherà con il team Action Bonovo e una BMW M 1000 RR nel Mondiale Superbike. L’ex pilota MotoGP è molto motivato.

Jonas Folger Superbike
Jonas Folger (foto Facebook)

Dopo aver dominato il campionato IDM Superbike 2020, nel 2021 Jonas Folger avrà l’occasione per dimostrare il suo valore nel Mondiale SBK. Ha fortemente voluto questa nuova esperienza e finalmente ogni cosa si è sistemata.

Il team Action Bonovo, con il quale ha vinto il titolo in Germania, ha raggiunto un accordo con BMW e l’anno prossimo avrà a disposizione una M 1000 RR. La casa di Monaco di Baviera garantirà un trattamento simile a quello riservato alla squadra ufficiale, quindi l’ex pilota MotoGP potrà misurarsi con Tom Sykes e Michael van der Mark in una condizione tecnica non svantaggiosa.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Superbike 2021, BMW ufficializza due nuovi team e i piloti scelti

Folger fiducioso per il Mondiale SBK 2021

Folger è entusiasta in vista dell’esperienza che avrà modo di vivere nel 2021: “Sono felicissimo di poter competere come titolare fisso nel Campionato Mondiale Superbike il prossimo anno. È un grande onore per me che BMW ci abbia scelto per il compito di formare un team satellite. Penso che questa combinazione sia molto promettente. Per la nostra stagione da rookie abbiamo grandi aspettative. Il pacchetto complessivo dovrebbe essere sempre competitivo. Spero che presto faremo il nostro primo test”.

Il pilota tedesco guiderà una moto tedesca per un team tedesco, una combinazione che piace molto anche a Dorna. Ovviamente Jonas è molto motivato a fare bene e a dimostrare di essere all’altezza del Mondiale SBK: “Poiché la tecnologia è completamente nuova per noi, vogliamo iniziare a prepararci per la stagione in pista il prima possibile. Non vedo l’ora che inizi la nuova sfida e di poter salire sulla mia nuova moto per la prima volta”.

Folger avrà anche voglia di prendersi un po’ di rivincita sulla Yamaha, che ha preferito puntare su altri piloti invece che promuovere lui dall’IDM. Molto dipenderà dalla competitività della nuova M 1000 RR, che dovrà essere più competitiva della S 1000 RR vista nel 2020 per consentire ai rider di fare i risultati attesi. L’ultimo campionato è stato deludente e c’è voglia di riscatto in BMW.

BMW M 1000 RR
(Foto BMW)