Leclerc pessimista: “L’eliminazione non è stata una sorpresa”

Charles Leclerc non è apparso molto sorpreso dall’eliminazione in Q2. Il monegasco non sembra trovarsi bene con la macchina in Bahrain.

Charles Leclerc (Getty Images)
Charles Leclerc (Getty Images)

Charles Leclerc sta vivendo un weekend decisamente difficile in Bahrain. Il monegasco, infatti, sinora non è apparso competitivo per lottare per una posizione che gli possa consentire di portare a casa punti iridati e soprattutto, a tratti, è sembrato anche un filino più lento del suo compagno di team.

A margine delle qualifiche il pilota della Ferrari ha così commentato ai microfoni di “Sky Sport”: “Onestamente, da parte mia, questa eliminazione non è una sorpresa perché ho fatto fatica sin dalla FP1. Non mi sentivo a mio agio con la macchina. Ho una guida troppo aggressiva e con queste temperature faccio fatica ad avere la gomma nel range giusto sino alla fine del giro”.

Leclerc: “Non penso domani ci saranno miracoli”

Leclerc ha poi proseguito: “In qualifica ho fatto progressi, però non mi aspettavo comunque di arrivare in Q3. Dopo, vedendo i distacchi, so che ho fatto un errore in Curva 1 e Curva 4 e lì sicuramente avrei potuto fare di più, però dopo la FP3 forse non mi aspettavo nemmeno la 12a posizione perché stavo guidando male”.

Infine il monegasco ha parlato anche del testacoda di Sainz che ha causato l’interruzione della seconda sessione proprio mentre i due Ferrari stavano completando un buon giro: “La bandiera rossa c’è stata per tutti, sicuramente in quel momento stavo facendo un tempo migliore, però quello è colpa mia perché in macchina ci sono io e avrei dovuto rifare lo stesso tempo dopo la bandiera rossa. Non credo che domani ci saranno miracoli domani, però possiamo pensare di fare altro e stasera cercheremo di analizzare il tutto”.

Antonio Russo

Leclerc (Getty Images)
Leclerc (Getty Images)