Lucio Cecchinello: “Crutchlow il più importante nella storia del team”

Lucio Cecchinello si separa da Cal Crutchlow, il pilota più importante nella storia del suo team: sei stagioni, tre vittorie e dodici podi.

Cal Crutchlow
Cal Crutchlow (getty images)

Takaaki Nakagami non ha centrato il suo primo podio in classe regina, ma più volte ha dimostrato di avere un buon ritmo, sia nelle qualifiche che sul passo gara. Bilancio tutto sommato positivo per il pilota nipponico che ha conquistato la top-10 in classifica finale, guadagnandosi una Honda RC213V ufficiale per il prossimo anno. Il team LCR Honda dovrà fare a meno del veterano Cal Crutchlow, sostituito da Alex Marquez, autore di due podi nel suo primo anno da rookie.

Lucio Cecchinello però non dimenticherà mai la lunga parentesi con il “il pilota più importante nella storia della squadra”. Entrato in Honda nel 2015, ha regalato la prima vittoria al team nel 2016 a Brno, primo vincitore britannico nella Top Class dopo Barry Sheene nel 1981. Cal ha anche ottenuto il suo secondo successo nel 2016 a Phillip Island, il terzo nel 2018 in Argentina. Purtroppo il 2020 si è rivelato in salita a causa di una serie di infortuni che hanno rallentato la sua ascesa: prima la frattura dello scafoide nella gara di esordio a Jerez, poi un intervento al braccio, infine un infortunio ai legamenti in Catalunya.

Bilancio positivo per Cal

Difficile separarsi da un pilota come Cal Crutchlow per il boss Lucio Cecchinello, “perché Cal è stato sicuramente il pilota più importante nella storia del Team LCR Honda. Ha trascorso la maggior parte degli anni consecutivi con noi, quindi fa parte della nostra famiglia”, riporta Speedweek.com. Non solo longevità professionale, ma anche consistenza di risultati, con 3 vittorie e 12 podi. “Siamo stati anche in grado di supportare la Honda e contribuire con punti decisivi al campionato costruttori – e nel 2016 abbiamo vinto la categoria ‘Best Independent Team’. Quello che Cal ha fatto per il team LCR Honda è semplicemente straordinario”.

Resterà indelebile il suo ricordo per il team satellite della Honda e i suoi addetti ai lavori. “Cal Crutchlow farà sempre parte della nostra famiglia – ha concluso Lucio Cecchinello -. Gli auguriamo tutto il meglio per il suo futuro professionale e la sua vita privata con Lucy e Willow”.

Cal Crutchlow sulla Honda Lcr al Gran Premio del Portogallo di MotoGP 2020 a Portimao (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Cal Crutchlow sulla Honda Lcr al Gran Premio del Portogallo di MotoGP 2020 a Portimao (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)