Pecco Bagnaia infortunato: “Non posso crederci, sono arrabbiato”

Infortunio alla spalla per Pecco Bagnaia nell’ultimo GP del 2020. Si chiude l’avventura in Pramac Racing dopo due stagioni insieme.

Pecco Bagnaia
Pecco Bagnaia (getty images)

Finale di stagione amaro per Pecco Bagnaia che a Portimao è dovuto rientrare ai box dopo un contatto involontario con Joan Mir al primo giro. La classifica finale del pilota piemontese recita 16° posto e 47 punti, ma è una classifica bugiarda, dettata dall’inrortunio di Brno che lo ha costretto a saltare tre Gran Premi. Poi tre ritiri tra Aragon e Valencia, infine la lussazione alla spalla nell’ultimo round portoghese. “Non posso crederci e sono arrabbiato. Non era quello che mi aspettavo dall’ultima gara della stagione”, ha riferito Pecco Bagnaia ai suoi fan su Facebook. “Appena salito in moto do il 100 percento, sempre, nonostante i problemi. Ma a causa del contatto nel primo giro, la mia spalla si è slogata. Ho subito sentito un forte dolore, il che mi ha costretto a rinunciare dopo sole tre curve”.

Il campione del mondo Joan Mir si è subito scusato con Pecco, ammettendo la troppa foga nella sua manovra: “A volte critico questo tipo di manovra: non era sporca, ma non la migliore, mi dispiace”. Fortunatamente i controlli medici effettuati nell’autodromo di Portimao hanno escluso complicazioni più serie e può pensare con più armonia alla prossima stagione 2021, quando metterà piede nel box Ducati factory. “La stagione 2020 si chiude con un retrogusto blando, a causa delle occasioni che ho perso, ma allo stesso tempo sapendo che crescerò grazie a queste come pilota e come persona. Ho ancora molto da imparare, sono giovane e so che con il duro lavoro e la volontà di sacrificio contrattaccheremo”, ha aggiunto Pecco Bagnaia. “Sono già pronto e concentrato su quali sono i miei obiettivi per il 2021 Inizierò a lavorare immediatamente”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Francesco Bagnaia (@pecco63)