Aprilia, il sostituto di Iannone dice “sì”. Ma ha già firmato un altro contratto

Aprilia aveva puntato su Joe Roberts per sostituire Andrea Iannone, ma è stato bloccato dal contratto già firmato per il 2021 con Italtrans

Joe Roberts (Foto Italtrans)
Joe Roberts (Foto Italtrans)

La Aprilia aveva individuato il suo nuovo pilota ufficiale per la prossima stagione. Ma il calvario di mercato della Casa di Noale non sembra comunque ancora concluso. Ritrovatasi a dover riempire, a tempo ormai scaduto, la sella lasciata vuota dallo squalificato Andrea Iannone, la squadra veneta si è rivolta prima ad Andrea Dovizioso, poi a Cal Crutchlow e infine a Marco Bezzecchi, incassando altrettanti rifiuti.

Alla fine la scelta è ricaduta sull’americano Joe Roberts, un altro nome proveniente dalla Moto2, ma di profilo decisamente inferiore: nell’arco delle sue appena quattro annate disputate nella classe di mezzo, infatti, il 23enne californiano ha portato a casa solo un podio e un settimo posto in classifica generale, entrambi in questa stagione.

Roberts vuole la Aprilia, ma Italtrans non lo svincola

A differenza di Bezzecchi, Roberts sarebbe anche ben disposto ad anticipare la sua promozione in MotoGP, e la Dorna, organizzatrice del campionato, avrebbe visto di buon occhio la presenza di uno statunitense in classe regina. Ma tra lui e il passaggio all’Aprilia si è frapposto un altro ostacolo: il contratto che aveva già firmato per passare alla Italtrans nel 2021, sostituendo il neo campione del mondo Enea Bastianini già diretto al team Avintia nel massimo campionato.

Quando Massimo Rivola, amministratore delegato del reparto corse, si è rivolto alla squadra italiana per cercare di svincolare Roberts si è visto mettere un muro piuttosto secco, e a quel punto nemmeno il pilota ha voluto arrivare allo strappo, con il rischio peraltro di dover pagare delle ricche penali.

Rimangono candidati Davies e Savadori

A questo punto le opzioni a disposizione della Aprilia restano piuttosto limitate, e tutte rappresenterebbero dei grossi azzardi senza garanzie. Rimane sul tavolo la possibilità di rivolgersi a Chaz Davies, ex ducatista ufficiale in Superbike, attualmente a piedi, altrimenti si potrebbe solo riconfermare Lorenzo Savadori, campione in carica della Sbk italiana, che in premio ha disputato le ultime tre gare in MotoGP al posto dell’altro collaudatore Bradley Smith.

Quel che è certo è che un annuncio ufficiale è atteso a stretto giro, visto che tra pochi giorni la scuderia scenderà in pista per un test a Jerez de la Frontera, dove intende già schierare il suo futuro titolare.

Leggi anche —> MotoGP, futuro pilota Aprilia: nuova idea dalla Moto2

Lorenzo Savadori (Foto Aprilia)
Lorenzo Savadori (Foto Aprilia)