Altroché Ferrari o Lamborghini, quest’Auto ci mette meno di un secondo: è impressionante (Video)

Può sembrare assurdo, ma è stata costruita una vettura che mette in ginocchio persino Ferrari e Lamborghini.

Vi sono marchi che hanno una grande familiarità con la velocità. In Italia la sfida epocale da oltre 50 anni mette difronte Ferrari e Lamborghini. I due top brand emiliani hanno elaborato, nel corso della loro storia, vetture che hanno fatto registrare dei record di performance da brivido.

Altroché Ferrari o Lamborghini
La monoposto che brucia la Ferrari – Tuttomotoriweb.it

L’esperienza della casa modenese nel Motorsport è risultata essenziale per produrre vetture stradali sempre più veloci. Le monoposto di F1 rappresentano il massimo della tecnologia, sotto tutti gli aspetti. Il peso delle nuove auto ad effetto suolo è di 798kg, pilota e carburante escluso. Un tempo le vetture erano leggerissime, ma non quanto quella che ammirerete nel video in basso.

In Formula 1 1000 CV muovono un peso a secco di 798 kg, grazie ad un motore turbo ibrido V6. Il record di velocità per la categoria regina del Motorsport è stato siglato in Williams da Valtteri Bottas con 372.5 km/h in gara e 378 km/h in prova. Da 0 a 100 km/h una vettura di F1 scatta in circa 2,5 secondi. Se vi sembra un dato impressionante, forse non siete aggiornati sull’accelerazione delle auto elettriche.

Alto che Ferrari, segnato un Guinness World Records

Accelerare su strada 0 a 100 km/h in 0,956 secondi è qualcosa che non era mai stato fatto in precedenza. In Germania una monoposto elettrica ha segnato un primato da brividi. Il precedente record era stato siglato nel 2022 con un tempo di 1.461 secondi. La top speed superiore è stata raggiunta in appena 12,3 metri. Si tratta di numeri da fantascienza anche per Ferrari, tuttavia addentriamoci nel cuore del progetto.

Altro che Ferrari, segnato un Guinness World Records
L’auto dei record (YouTube) tuttomotoriweb.it

Dei giovanissimi studenti dell’Università di Scienze Applicate e Arti di Lucerna sono balzati agli onori della cronaca per un progetto sensazionale che non ha nulla da invidiare ai bolidi elettrici della Formula E. I ragazzi dell’Eth di Zurigo, partecipanti dell’Academic Motorsports Club Zurich (Amz) – hanno lavorato sulla vettura in aggiunta agli studi tradizionali.

Quando c’è passione non si avverte nemmeno la fatica. “Un impegno intenso, ma anche piuttosto divertente, perché ho lavorato con altri studenti per produrre costantemente nuove soluzioni e mettere in pratica ciò che avevamo imparato in aula“, ha affermato Yann Bernard, responsabile motori di Amz, come riportato su Ansa.

Il record è stato possibile grazie ad una vettura leggerissima, costruita su circuiti stampati (Pcb) allo chassis e alla batteria. Grazie all’uso congiunto di fibra di carbonio leggero e pannelli a nido d’ape in alluminio, il peso complessivo è risultato di appena 140 kg. A quel punto sono stati inseriti 4 motori elettrici singoli nei mozzi ruota per una potenza complessiva di 240 kW, ossia circa 326 CV.

Non vi è l’aerodinamica di un’auto di F1, ma è stato sviluppato un sistema senza appendici che crea un vuoto sotto la monoposto e la incolla a terra tramite aspirazione dell’aria. Date una occhiata al video del canale YouTube ETH Zürich. Il team Ama, messo in piedi nel 2006 dagli studenti dell’Eth di Zurigo, lancia una nuova auto da corsa sperimentale ogni anno. Dopo i primati stabiliti in passato, nel 2014 e nel 2016, ha ottenuto il super record mondiale di accelerazione di una EV.

Impostazioni privacy