Bagnaia, racconto da brividi: retroscena inaspettato sulla Ducati

Il pilota della Ducati, Pecco Bagnaia, ha ottenuto un clamoroso successo nel 2022, battendo Fabio Quartararo dopo una rimonta epica.

Francesco è diventato per tutti Pecco, soprattutto grazie a suo sorella Carola. Il ducatista si è laureato campione del mondo della classe regina, anche grazie al sostegno di una famiglia splendida. Intorno a sé ha sempre avuto il grande aiuto dei tecnici della Rossa di Borgo Panigale, ma anche della sua ragazza Domizia e di tutti i suoi parenti che lo hanno sostenuto in una delle fasi cruciali della sua carriera.

Bagnaia (LaPresse)
Bagnaia (LaPresse)

Dopo aver sfiorato il titolo nella passata stagione, Pecco è riuscito a ritrovare la giusta competitività dal Gran Premio d’Olanda. La prima parte di stagione è stata ricca di alti e bassi. Quartararo aveva acquisito un vantaggio di 91 punti, ma il torinese non ha mai mollato. Nessuno, nella storia della Ducati, era riuscito a vincere 4 gare di fila, nemmeno Casey Stoner. Le vittorie ad Assen, Silverstone, RB Ring e Misano hanno rimesso sui giusti binari il torinese. Passo dopo passo l’allievo dell’Academy del Dottore ha trovato un feeling spettacolare sulla Desmosedici GP22. Dopo 15 anni di attesa ha regalato una gioia infinita a tutti i della Rossa nel mondo.

A Valencia si è consumato l’atto decisivo del campionato, con il centauro della Yamaha a -23 punti. Il francese avrebbe dovuto vincere la corsa, ma Pecco si è subito messo davanti al Diablo, lottando con il coltello tra i denti. Ha dimostrato di essere un autentico mastino, riuscendo a tenergli testa. Nel duello Pecco ha anche perso un elemento aerodinamico, iniziando a far fatica all’anteriore. Quartararo non è riuscito a rimontare sul podio, anche grazie al lavoro di Miller e Martin. Pecco ha chiuso al nono posto, festeggiando il secondo titolo della sua vita, il primo in top class. Per l’occasione era presente tutta la famiglia, compresi i nonni del #63.

Pecco ha spiegato che il calore delle persone a lui care è stato fondamentale. Bagnaia non è ricorso all’aiuto di uno psicologo dello sport, ma si è basato sul supporto della sua splendida famiglia, della fidanzata Domizia e della VR46 Academy che lo ha cresciuto “perché credo che le persone che possono aiutarti di più sono le persone che ti sono vicine“, ha dichiarato. Tra queste c’è sua sorella Carola che, oltre ad essere responsabile del soprannome del fratello, ha aiutato il rider nella sua esperienza in Ducati. Da anni accompagna Pecco in giro per il mondo ed è al suo fianco, curandogli i social, gli eventi e gli sponsor personali.

Il racconto da brividi di Carola Bagnaia

La rimonta del ducatista rimarrà nei libri di storia del motociclismo. In una intervista a Speedweek, la sorella di Pecco ha dichiarato: “È stato difficile dopo il Sachsenring. Il distacco era grande, ha sbagliato ed è caduto in una gara importante. Da quel momento in poi gli abbiamo detto tutti: ‘Smettila di pensare al titolo, prova a divertirti alla guida e concentrati sul miglioramento, anche in vista del futuro. Migliora qual è il tuo limite in questo momento e poi vedremo cosa verrà fuori.’ Questo è stato un po’ un punto di svolta, credo. Si era condannato a inizio stagione – ed è stato condannato – a vincere a tutti i costi. Questo può essere un problema se le cose non vanno come ti aspettavi. Ha concluso molto bene la stagione 2021, quindi era normale. Le cose però non sono andate come si aspettava. In questa situazione hai due opzioni: o cambi qualcosa o vieni catturato in un tunnel negativo. Poi è stato molto bravo a cambiare rotta“.

“Pecco è molto testardo – ha aggiunto con un sorriso sua sorella – ascolta tutti, ma se lo affronti e gli dici qualcosa che è l’opposto di quello che ha detto, la prima risposta sarà sempre: ‘Non è vero’. Ma poi ci pensa ampiamente e lo capisce da solo. È molto intelligente in questo senso”. Ma sui social non è sempre facile gestire la notorietà. “Se vinci, non ti interessa, perché ci sono critiche anche se vinci. Ma poi non ti interessa perché hai appena vinto. Ma se è già andato tutto male, stai attraversando un momento difficile e poi vai sui social e leggi i commenti…è chiaro che ti dà fastidio. Ma poi ci pensi razionalmente e ti dici: ‘Ci conosciamo personalmente? È una critica costruttiva? No.’ E come ha detto lo stesso Pecco: Quello che resta è il fatto che ha vinto il titolo mondiale. Il resto sono solo chiacchiere“.

Secondo Carola Bagnaia la più grande forza di Pecco è che è andato per la sua strada. È stato ed è sempre molto bravo a rimanere positivo anche nei momenti difficili. Sarebbe facile dire ‘Io sono il problema’ o ‘La moto è il problema’. Lui invece non lo dice. Dice: ‘Dobbiamo trovare una soluzione e ce la faremo’. È molto testardo su questo. E diceva sempre che un giorno avrebbe vinto il mondiale con la Ducati”, ha ricordato la sorella del neo campione della MotoGP.

Impostazioni privacy