Superbike, Bautista colpisce ancora Rea: in Ducati non si fidano affatto

Bautista non ha dimenticato l’incidente con Rea a Magny-Cours: in vista del round Superbike a Barcellona vuole prestare attenzione.

In questo fine settimana torna il Mondiale Superbike e sarà interessante vedere che clima ci sarà nel paddock a Barcellona. Infatti, l’ultimo appuntamento a Magny-Cours è terminato con non poche tensioni.

Alvaro Bautista
Alvaro Bautista (foto WorldSBK)

Jonathan Rea in Gara 2 ha steso Alvaro Bautista, che lo ha accusato di averlo fatto volontariamente. Il pilota Kawasaki ha respinto ogni insinuazione, ammettendo l’errore ma spiegando che non voleva assolutamente danneggiare lo spagnolo. Anche Ducati tramite il coordinatore tecnico Marco Zambenedetti lo ha attaccato duramente.

Il sei volte campione SBK è stato punito con una long lap penalty durante la corsa, una sanzione che il team italiano ha ritenuto troppo leggera. Era trapelata l’ipotesi di un ricorso per ottenere una penalità più pesante, però questi provvedimenti degli stewards non possono essere soggetti ad appello. E ricorrere al Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS) non sarebbe servito. Capitolo chiuso.

Superbike, Alvaro Bautista punge ancora Jonathan Rea

Bautista in vista del round SBK in Catalogna si è così espresso: “Siamo soddisfatti delle prestazioni negli eventi passati – riporta Speedweek – e mi piace la pista di Barcellona. Dovrebbe essere buona per noi. Il campionato è lungo e l’importante è sentirsi bene in moto per essere competitivi ovunque“.

Il pilota del team Aruba Racing potrebbe trarre buon vantaggio con la sua Panigale V4 R sul rettilineo presente in Spagna. Ad agosto c’è stato un test sul circuito catalano e quasi ogni squadra arriverà preparata a questo fine settimana, anche se le temperature saranno più basse. Se dovesse piovere, cosa non da escludere, i dati di quel test risulterebbero praticamente inutili.

Alvaro spera che non si ripresentino nuovi incidenti e a tal proposito ha lanciato nuove frecciatine a Rea: “Quello che succede in pista rimane lì. Non ho problemi con Jonathan, ma la prossima volta che sarò in pista con lui dovrò stare più attento. Ora conosco le sue intenzioni. Se l’ha fatto una volta, perché non dovrebbe rifarlo in futuro?“.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il rider spagnolo non ha scordato quanto successo in Francia e ammette di temere altri episodi simili con Rea. Speriamo che non ci siano nuove tensioni a Barcellona e nei prossimi eventi del Mondiale Superbike, sarebbe un peccato macchiare un campionato finora bellissimo.