MotoGP, scioccanti parole su Marc Marquez: il pilota ammette tutto

Marc Marquez potrebbe tornare in MotoGP per la prossima gara di Aragon, ma tutto è ancora in divenire. Su di lui arrivano parole grosse.

La MotoGP attende con ansia quella che sarà la decisione di Marc Marquez riguardo alla sua partecipazione al Gran Premio di Aragon. Lo spagnolo è tornato in sella alla sua Honda in occasione dei test di Misano, disputati nel corso di questa settimana. C’è da dire che l’otto volte campione del mondo non ha di certo perso lo smalto, visto che ha chiuso a meno di un secondo dal record della pista siglato da Fabio Quartararo sulla Yamaha.

MotoGP Marc Marquez (LaPresse)
MotoGP Marc Marquez (LaPresse)

Nelle interviste che hanno seguito le varie sessioni di prove, il nativo di Cervera è apparso dubbio in merito alla sua presenza nell’appuntamento spagnolo. Marc ha detto, dopo il primo giorno, che la disputa di 20 giri consecutivi al massimo come in occasione di una gara sarebbero un’impresa impossibile al momento, ma Marquez lavorerà duramente con il proprio staff medico per cercare di essere presente.

C’è ancora poco meno di una settimana per prendere una decisione definitiva, ma ciò che è certo è che l’iberico non forzerà troppo pur di accelerare il rientro. Questo è un errore che commise nel 2020 a Jerez de la Frontera, quando volle tornare in pista ad una sola settimana dalla caduta che, forse, gli ha compromesso del tutto la carriera in MotoGP.

Marquez sa benissimo che la situazione in casa Honda non è affatto facile. La squadra diretta da Albert Puig ha ottenuto un solo podio in questa stagione, con Pol Espargaró che ha chiuso terzo in Qatar, prima di ritrovarsi costretto a soccombere a causa di una RC213V versione 2022 che non ha mai auvto il passo necessario per giocarsela.

L’otto volte iridato ha poi abbandonato l’attività agonistica dopo il Mugello, per recarsi negli Stati Uniti e sottoporsi all’ottavo intervento al braccio destro negli ultimi due anni, ma c’è da dire che un risultato sembra già essere stato raggiunto. Marquez ha infatti detto che, almeno dopo i test, non pativa più il dolore che sino ad inizio stagione lo costringeva a correre sotto infiltrazioni. Vedremo se questa tendenza sarà confermata anche in gara.

MotoGP, parole forti di Stefan Bradl su Marc Marquez

Marc Marquez è stato sostituito da Stefan Bradl in questa fase della stagione in cui lui è stato indisponibile. Il tedesco è stato campione del mondo della Moto2 nel 2011 con la Kalex, per poi debuttare l’anno dopo in MotoGP. Tuttavia, il nativo di Augusta esordì con la Honda con il team LCR di Lucio Cecchinello, ma non ebbe mai accesso alla squadra ufficiale, se non per sostituire lo stesso otto volte campione del mondo quando lui non è stato presente.

Il motivo principale fu proprio l’approdo di Marquez alla Repsol Honda HRC, che con le sue strabilianti prestazioni non ha mai aperto la porta ad altri. Lo sviluppo della casa giapponese sulla moto è sempre andato a favore delle sue esigenze di guida, cosa che capita sempre con i più forti.

La Honda sta ora effettuando un documentario in cui racconta le esperienze della propria squadra in MotoGP, e nell’ultima puntata sono arrivate delle parole molto interessanti proprio da Bradl, che ha parlato di Marquez e di come lo stesso Marc abbia “distrutto” i suoi sogni di guidare da protagonista: “Ero molto geloso nel momento in cui Marc arrivò in top class con la Honda, era il 2013“.

Il tedesco ha poi specificato: “Mi chiedevo sempre come potevo fare per cercare di essere più veloce di lui, per me è stata dura, molto dura in quel momento. Marc mi ha letteralmente distrutto“. Parole molto forti quelle di Bradl, che si è reso conto della strepitosa forza dello spagnolo sin dai primissimi tempi nel Motomondiale, che poi lo hanno portato a vincere praticamente tutto.