Leclerc, altro capolavoro a Baku: un dettaglio stupisce il ferrarista

Charles Leclerc ha ottenuto la quarta pole position consecutiva, la sesta stagionale. Ecco le parole del monegasco a fine qualifica.

Una prestazione strabiliante quella di Charles Leclerc nelle qualifiche del Gran Premio dell’Azerbaijan. Il monegasco ha staccato la quarta pole position consecutiva, la sesta della stagione dopo quelle del Bahrain, dell’Australia, di Miami, Barcellona e Monte-Carlo. Girando in 1’41”359, la Ferrari #16 ha battuto nuovamente le Red Bull in qualifica, rifilando quasi tre decimi a Sergio Perez e quasi quattro a Max Verstappen.

Leclerc (ANSA)
Leclerc (ANSA)

Impressionante quello che riesce a fare Charles nelle qualifiche, dove è di un altro pianeta rispetto alla concorrenza. Carlos Sainz aveva fatto registrare il miglior tempo nel primo time attack, ma nel secondo è letteralmente crollato, dimostrando ancora una volta di essere il meno performante dei top quattro. Una grande delusione per lo spagnolo che ha commesso troppi errori nel momento in cui contava, beccandosi mezzo secondo dal compagno di squadra.

Leclerc ora dovrà per forza di cose vincere domani e tentare di tornare in testa al campionato. La Ferrari sa che non può permettersi il minimo errore, ma c’è da dire che su questa pista è un ottimo risultato l’ottenimento della pole position. Charles ha piazzato il miglior tempo rifilando anche un gran bel distacco alle Red Bull, su una pista nettamente favorevole alle RB18 per via dell’efficienza aerodinamica e della presenza dei lunghi rettilinei.

Leclerc, ecco le sue parole dopo la pole position

Grande gioia per Charles Leclerc subito dopo l’ottenimento della pole position. Su una pista come Baku non era facile pensare di poter battere le due Red Bull, ma va detto che i punti si portano a casa la domenica. Per il monegasco è arrivata la pole position numero 15 della carriera, ma le vittorie ottenute sono solo quattro.

La Ferrari non vince ormai da due mesi ed è necessario interrompere il dominio del team di Milton Keynes, con Max Verstappen che si è imposto a Miami e Barcellona, mentre Sergio Perez ha fatto suo il successo in quel di Monte-Carlo. Alla fine delle qualifiche è arrivato il commento di Leclerc, che ha raccontato le sue sensazioni.

Non me l’aspettavo di certo oggi, le Red Bull erano più veloci e pensavo fosse difficile battere le Red Bull. Macchina molto guidabile? Sono molto contento per oggi e credo che domani ce la giocheremo, la gestione delle gomme sarà importante. A Barcellona e Monaco stava andando tutto bene, gli aggiornamenti ci hanno aiutato moltissimo. Vogliamo riscattarci dopo Monaco ed abbiamo voglia di giocarcela“.

Non so se ero in un’altra dimensione rispetto agli altri, ma di certo è andata molto bene. Da inizio anno è così in qualifica e mi trovo molto bene, siamo partiti sempre in prima fila. Ho fatto sei pole, quindi è ottimo come risultato, ma ora dobbiamo recuperare la domenica. Certamente il giro è stato molto al limite, sono contento. Non è un obbligo concretizzare questo risultato, ma è quello che vogliamo fare. Per la gara il mio obiettivo è vincere e faremo di tutto per arrivare a questo obiettivo. Il potenziale c’è, l’abbiamo fatto vedere a Barcellona e Monaco. Dobbiamo fare tutto perfetto e speriamo che vada bene“.

Le Red Bull? Francamente so quanto sia buono il loro passo. Mi sembravano fiduciosi sentendo le loro dichiarazioni dopo le PL2. Non so se sanno qualcosa che noi non sappiamo ancora, ma anche io sono fiducioso. Sono contento del feeling che ho con la macchina, in gara soprattutto. Con i pochi giri che abbiamo visto di simulazione gara eravamo competitivi. Ero contento di quello che sentivo in macchina. Nelle PL3 le sensazioni erano meno buone in termini di bilancio, ma sono ottimista sulle possibilità di ritrovarlo“.