F1, Newey risponde a tono alla Ferrari: ecco cosa accadrà in Spagna

L’inglese della Red Bull Racing, Adrian Newey, ha replicato alle parole dei vertici del Cavallino Rampante. Il campionato F1 2022 è più aperto che mai.

Il doppio trionfo consecutivo di Max Verstappen ad Imola e Miami ha, completamente, cambiato gli scenari. Nelle prime tre tappe la Red Bull Racing aveva accumulato tre ritiri pesantissimi. Due DNF per Max Verstappen e uno per il suo compagno di squadra Sergio Perez. La RB18 sembrava essere un gioiello fragilissimo, capace di volare sul dritto ma carente nei tratti misti.

F1 Adrian Newey (LaPresse)
F1 Adrian Newey (LaPresse)

Gli ultimi aggiornamenti apportati alla vettura hanno garantito un passo in avanti notevole. Nel GP dell’Emilia Romagna è arrivata una bella doppietta, pareggiando quella della Rossa in Bahrain. Un campionato F1 equilibrato risulta anche molto più interessante per i tifosi. Per ora Verstappen ha vinto tre corse, mentre Leclerc ha conquistato i successi in Bahrain e Australia. La Ferrari e la Red Bull Racing hanno interpretato meglio degli altri team le nuove regole.

Alla vigilia del campionato F1 in pochi avrebbero potuto sognare un inizio di stagione così appassionante. Sarà un testa a testa fino alla fine del campionato tra due piloti che si sono sfidati sin dai tempi del kart. Alla vigilia della stagione i fari erano puntati anche sulle innovazioni della Mercedes. La vettura senza pance si è rivelata essere, sin qui, un totale fallimento. La soluzione delle pance della RB18 è stata la vera innovazione, trovata da Adrian Newey e dal suo team di lavoro. La F1-75 ha replicato con una filosofia diversa, ma ugualmente efficace.

Nelle ultime due tappe gli sviluppi portati dal team austriaco hanno reso la RB18 una vettura molto più agile di prima nei tratti misti, oltre alla solita velocità di punta straordinaria sui rettifili. La Ferrari proverà a replicare in termini di aggiornamenti a Barcellona. Mattia Binotto ha parlato di due decimi di vantaggio della vettura rivale sulla Rossa nel Gran Premio di Miami. Max Verstappen ha dettato un passo indiavolato, riuscendo a conquistare il suo terzo GP in stagione.

F1, il pensiero di Adrian Newey

L’ingegnere britannico è consapevole della forza degli avversari e non sottovaluta la F1-75. Adrian Newey non vuole sentir parlare di vittoria facile, come ha spiegato al podcast F1 Nation. ” Come hai visto, [la Ferrari] è così vicina, quindi non puoi proprio dirlo”. Sulle mescole hard Leclerc ha provato ad impensierire Max Verstappen nelle ultime battute del Gran Premio di Miami. Il figlio d’arte di Jos si è difeso in modo egregio. Il campione della Red Bull Racing non conosce mezze misure nel 2022: o vince o si ritira.

Quando non è stato bloccato da guai tecnici, Max ha meritato i suoi trionfi. Ora è a soli 19 punti da Charles Leclerc in classifica piloti. I problemi di affidabilità della RB18 potrebbero anche essere stati risolti, sebbene Sergio Perez abbia avuto un brivido lungo la schiena quando ha avvertito un calo di potenza del motore Honda. A Miami l’esperto messicano ha concluso la gara al quarto posto, alle spalle del compagno di squadra e dei due ferraristi. La Rossa non è riuscita a portare a casa il successo, nonostante l’1-2 in qualifica. Il sorpasso tecnico della Red Bull Racing ha fatto la differenza.

E’ stata una pista abbastanza difficile, perché l’asfalto è completamente diverso. Il modo in cui si comportano le gomme è stato un po’ diverso da quello che abbiamo sperimentato noi“, così Adrian Newey su Miami. Max Verstappen non aveva neanche avuto modo di testare in prova un log run sulle mescole dure e medie, ma nonostante i problemi ha sfoderato una prestazione d’autore. A soffrire maggiormente sulle gomme gialle è stato Charles Leclerc sulla F1-75 nella prima parte di gara. La tappa di Barcellona dirà tanto sul prosieguo del testa a testa.